Verzino, tris all’Amaroni. Bella prova corale per la squadra di mister Arcuri

Verzino, tris all’Amaroni. Bella prova corale per la squadra di mister Arcuri

VERZINO- AMARONI 3-0

VERZINO: Corigliano, Pettinato, Caputo F. ‘90, Caputo A., Iocca, Caputo F. ‘99 (1’ s.t. Silletta) (23’ s.t. Rossano), Rizzo L. (45’ s.t. Lapietra), Turano, Oliverio I. (36’ s.t. Oliverio F.), Candeloro, Curcio. A disposizione: Scaramuzza, Siciliani, Rizzo A. Allenatore: Arcuri.

AMARONI 08: Conte A., Carminata, Conte S., Ruggiero F.,Sorrentino, Ratta’, Marinaro ( 18’ s.t. Conte Alf.), Ruggiero R (18’ s.t. De Raffaele), Bellisario P., Bruno, Ianzillotto. A disposizione: Anastasio, Olivadoti, Muzzi’, Bellisario G. Allenatore: Marra.

ARBITRO: Brasacchio di Crotone.

MARCATORI: 2’ s.t. Candeloro, 39’ s.t. Curcio, 44’ s.t. Rossano.

 

Al Giuseppe Crisapulli, Il Verzino con un’autentica dimostrazione di forza schianta L’ Amaroni. Tre a zero una sentenza inappellabile, ha vinto la squadra più forte, i catanzaresi reggono un tempo, ma nella ripresa non possono nulla contro la forza d’urto avversaria, superiori a livello tecnico ed atletico. Quel che impressiona di più degli uomini di Arcuri, oltre alla qualità offensiva, alla condizione fisica ed al gioco spumeggiante, è la solidità difensiva, il non concedere nulla agli avversari ed il non subire mai gol, è sintomo di forza perché si sa i campionati si vincono partendo dalla difesa.

I biancorossi a tratti danno l’impressione di giocare con l’avversario, come il gatto col topo, con la consapevolezza di poter chiudere la contesa da un momento all’altro, accelerando un po’. Arcuri causa gli infortuni di Rizzo A. ed Arcuri M., è costretto ad adattare Caputo F. (come al solito affidabile e perfetto in qualsiasi ruolo) e Caputo A. centrali difensivi, ed il sempre ottimo Iocca esterno basso, ma nonostante ciò il fortino regge alla grande anche grazie al portiere Corigliano (imbattuto da 270 minuti più recupero), bravo ad infondere sicurezza ed a guidare il reparto.

Il Verzino domina e vince la partita a centrocampo: la garra di Capitan Rizzo, le geometrie di Turano e le percussioni di Candeloro annientano i verdi di Marra. Grazie a questo successo i biancorossi si portano a quota nove in classifica, continuando così la corsa a braccetto col San Mauro Marchesato, a più due sul Marcellinara terzo e + 4 sul Petilia quarto.

Nella prima frazione di gara, i ragazzi del presidente Palmina Pontieri, si rendono pericoloso con Candeloro, Turano e Curcio, ma complice un po’ d’imprecisione e sfortuna non riesce a perforare l’estremo difensore dell’ Amaroni, Antonio Conte. Nella ripresa, con una reazione rabbiosa entrano con un altro piglio e trovano subito il gol rompighiaccio al 2’ s.t.: Iocca batte una rimessa laterale e serve Turano, il numero 8 di San Nicola con una magia di tacco illumina Candeloro che un tracciante all’angolino fulmina l’incolpevole Conte.

A questo punto il Verzino gioca sul velluto e gli ospiti non riescono ad abbozzare una minima reazione, anzi al 39’ s.t. dopo ripetute azioni di attacco , il capocannoniere Lorenzo Curcio alla quinta rete stagionale, magnificamente servito dal solito Turano, realizza il raddoppio. Nel finale sbrogliando una mischia sugli sviluppi di corner, Rossano realizza la rete del definitivo 3-0, mettendo così il punto esclamativo sull’incontro. Da sottolineare infine, la grandissima prova corale della compagine verzinese e le ottime prestazioni a livello individuale di tutti i calciatori.

Lascia un commento

Scroll To Top