Verzino, intervista al segretario Dell’Apa: “Progetto stimolante, parola di Pampa”

Verzino, intervista al segretario Dell’Apa: “Progetto stimolante, parola di Pampa”

Domenica inizia il campionato di Terza categoria, dieci squadre al via e tra queste il Verzino, finalmente tornato tra i dilettanti. Per parlare di questa avventura calcistica abbiamo intervistato Alessandro Dell’Apa, detto “Il Pampa”, segretario del Verzino ed ex dirigente del Savelli.

Dopo due stagioni a savelli sei passato a Verzino. Come mai questa scelta?

Ho fatto questa scelta perché sono appassionato di calcio e lo vivo con tanta passione. Dopo la delusione per il brutto finale di stagione, avevo deciso di prendermi un anno sabatico ma poi è arrivata la chiamata da Verzino. Progetto fantastico che non potevo rifiutare“.

Meglio lavorare per la squadra del proprio paese o fuori?

Non posso rispondere a questa domanda perché non è il mio caso, data la vicinanza tra Savelli e Verzino, non mi sento di dire che sto lavorando fuori. C’è solo una differenza tra le due situazioni, a Savelli portavo avanti la mia creatura, invece qui a Verzino ho avuto l’onore di essere stato chiamato e voluto fortemente. Ciò è motivo di grande orgoglio per me. Colgo l’occasione per ringraziare Luigi Rizzo“.

Cosa ti resta dei due anni a Savelli?

Mi resta tanto, ma soprattutto l’aver lavorato con persone eccezionali e l’aver contribuito insieme ad altri ad aver riportato il calcio giocato a Savelli. Mi resta però il rammarico per non aver potuto iscrivere la squadra per la terza volta consecutiva al campionato, ma posso giurare che purtroppo non c’erano i presupposti“.

Cosa ne pensi di questa nuova avventura a Verzino?

Bel gruppo, dirigenza fantastica e soprattutto bellissime persone. Sono felicissimo di poter collaborare a questo fantastico progetto e prometto di dare il massimo per la buona riuscita di esso“.

Domenica comincia il campionato, molti vi danno tra le favorite, ruolo scomodo, cosa ne pensi?

Siamo una buona squadra con giocatori esperti e giovani promettenti, ma si sa non conta essere considerati favoriti, ma rispettare i pronostici e mantenerli ad Aprile. Inoltre ci sono squadre molto attrezzate come Belvedere e Real Fondo Gesu’ che sono già amalgamate, a differenza nostra visto che siamo al primo anno . Sono loro le favorite senza dimenticare le possibili sorprese Pagliarelle, Sporting Botricello e Akerentia. Noi speriamo innanzitutto di aggregare più ragazzi possibili, di portare la comunità verzinese al campo, e di riportare entusiasmo ad un paese in cui il calcio manca da due anni. Poi è chiaro l’obiettivo è far un campionato di vertice“.

Domenica arriva a Verzino la Sangiovannese, squadra come voi nuova affiliata, come pensi possa andare la partita?

I debutti sono sempre difficili perché si sa si può pagare l’emozione, e poi anche perché tutti alla prima giornata vogliono ben figurare. Poi a Cerenzia come da noi c’è tanto entusiasmo e un bel gruppo. Sarà sicuramente una bella partita. Invito tutti i Verzinesi ma anche tutti i miei paesani a venire al campo perché abbiamo bisogno di tutto il sostegno possibile“.

Lascia un commento

Scroll To Top