Verzino, fine della corsa in semifinale con onore. Il Belvedere Spinello vola in finale

Verzino, fine della corsa in semifinale con onore. Il Belvedere Spinello vola in finale

BELVEDERE SPINELLO-VERZINO 2-1

BELVEDERE SPINELLO: Corigliano, Basile P., Andracchio, Novello, Falzetta (Rosa 36′ s.t.), Candeloro, Benincasa, Mangone, Cordua , Regalino, Oliverio. A disposizione: Biafora P., Gabriele. Dirigente Accompagnatore: Strada.

VERZINO: Guzzo, Pettinato, Arcuri M., Rizzo A., Caputo A., Iocca (Bevilacqua 15′ s.t.), Rizzo L. (Balsamo 32′ p.t.), Turano, Caputo F., Liperoti , Marino (Silletta 22′ s.t.). A disposizione: Biafora, Lapietra. Allenatore: Arcuri S.

ARBITRO: Elia Isaia Russo di Crotone.

MARCATORI: 1′ p.t. autorete Basile P. (V), 15′ p.t . Candeloro (B), 20′ p.t. Cordua.

ESPULSI: Caputo F. (V) per somma d’ammonizioni , Arcuri S. (V) per proteste.

Belvedere Spinello – Finisce in semifinale, tra gli applausi dei propri sostenitori e i tanti elogi degli addetti ai lavori, la favolosa cavalcata del Verzino nel campionato di seconda categoria 2016/2017. Una punizione capolavoro di Cordua decide una partita maschia, equilibrata e combattuta in cui entrambe le squadre hanno dato tutto e avrebbero meritato la finale,ma purtroppo si sa queste partite vengono decise dagli episodi ed oggi hanno sorriso tutti al Belvedere Spinello. Resta comunque l’orgoglio a Luigi Rizzo e compagni per aver compiuto un’annata straordinaria, per aver creato un gruppo fantastico e l’ aver gettato le basi per la prossima stagione.

Sorride inceve la società del presidente Procopio, alla seconda finale playoff in 3 anni. Domenica prossima a Santa Maria di Catanzaro ritroverà dopo il caso Muraca, proprio il Kennedy di mister Folino. Arcuri dà fiducia a Marino P., mettendolo al centro dell’attacco nel 4-4-1-1, supportato da Liperoti, con Iocca e Caputo F. sulle fasce, i gialloverdi rispondono col solito 4-3-3 col meraviglio e prolifico tridente offensivo: Cordua, Regalino, Oliverio.

Solitamente , queste sfide a partita secca, partono lente e prevale il tatticismo, ma nei primi 20′ non e’ cosi, anzi pronti via e avvio scoppiettante: al 1′ p.t. Basile P. nel tentativo di respingere una punizione velenosa di Marino P. , insacca il proprio portiere Corigliano, il Belvedere non ci sta e ribalta subito la situazione con un 1-2 micidiale, prima al 15′ p.t.,grazie ad una meravigliosa azione personale di Candeloro trova il pari, poi trova il vantaggio con una perla da calcio di punizione dal limite del Baby Cordua. Al 32′ p.t. è costretto ad abbandonare il terreno di gioco per infortunio, capitan Luigi Rizzo, la prima frazione di gara prosegue senza emozioni fino al duplice fischio.

Ad inizio ripresa sotto di una rete, gli ospiti restano anche in inferiorità numerica per l’espulsione di Caputo F., ma nonostante questo gettando il cuore oltre l’ostacolo cercano in tutti i modi il pareggio, ma non ci riescono complice un po’ di sfortuna,un po’ d’ imprecisione nell’ultimo passaggio e soprattutto a causa dell’ottima tenuta difensiva della retroguardia belvederese, guidata alla grande dal duo Andracchio -Novello. Occasionissime per Silletta, Pettinato, Caputo A., Balsamo e Bevilacqua. I gialloverdi comunque rispondono di tanto in tanto in contropiede e sono pericolosi con Regalino in 2 cirocostanze .

Nel finale la contesa si incattivisce complice il nervosismo e l’alta posta in palio.Espulso anche mister Arcuri.Da registrare il forcing disperato senza frutti dei biancorossi, con una serie di palle inattive sbrogliate con sicurezza da Corigliano , e la traversa colpita da Oliverio Ivan. Dopo 5 minuti di recupero, il direttore di gara Russo fischia la fine. Gloria al Belvedere Spinello per la finale raggiunta ma onore al Verzino che esce dal Giuseppe De Mattis, a testa altissima.

Lascia un commento

Scroll To Top