Verso il derby Isola-Cutro, intervista a Francesco Pupa: “Siamo sulla strada giusta”

Verso il derby Isola-Cutro, intervista a Francesco Pupa: “Siamo sulla strada giusta”

Sempre più vicino il derby di Eccellenza tra Polisportiva Isola Capo e Rizzuto e Cutro. Ne abbiamo parlato con uno che di derby ne ha vissuti già tanti anche da dirigente, nonostante la giovanissima età. Ci riferiamo ad uno dei due presidenti del Cutro, Francesco Pupa, uno dei simboli di questa società nell’ultimo decennio.

Un Cutro al di sopra delle aspettative degli addetti ai lavori. Voi invece ve lo aspettavate?

Onestamente se penso alla fase dell’iscrizione al campionato no, venivamo da una stagione travagliatissima per le note vicende del campo sportivo che avevano sfiancato la vecchia dirigenza e per questo abbiamo ritardato sia nel costituire un nuovo organigramma societario sia nell’allestire una squadra all’altezza della categoria. Ho capito che si poteva fare qualcosa di buono anche quest’anno quando, nonostante tutto, si sono creati i presupposti per formare un valido gruppo dirigenziale che ha saputo trovare le motivazioni e l’entusiasmo giusto per poter lavorare serenamente, di conseguenza si è operato alla ricerca dei tasselli giusti per affrontare il campionato d’Eccellenza a partire dal mister che si è rivelata una scelta azzeccatissima per competenze e professionalità“.

Alla luce dei risultati e delle emozioni che state vivendo, quanto siete soddisfatti di aver salvato questa società?

Non ci sono parole per descrivere ancora oggi le emozioni vissute il girone di ritorno della passata stagione, si è compiuto un miracolo, ma sono consapevole che i miracoli non avvengano per caso, nel calcio come nella vita bisogna perseverare nel perseguire un obiettivo, nonostante le avversità, se si cede davanti alle difficoltà vuol dire che non si crede in quello che facciamo, noi l’anno scorso ci abbiamo creduto e personalmente ci credo anche quest’anno“.

Il derby è sempre una gara particolare. Dopo la batosta dello scorso anno, quali aspettative avete?

I “cugini” di Isola hanno allestito una Signora Squadra e sono meritatamente in vetta a questo campionato, l’anno scorso dopo la sonora sconfitta subita, a caldo i rapporti tra le due società si erano leggermente incrinati, col senno di poi forse quella partita ha dato la svolta al nostro campionato che alla fine c’ha portato alla salvezza, oggi col presidente Sacco e la dirigenza tutta i rapporti sono buonissimi. Noi da parte nostra andremo a giocare questo derby consapevoli di non avere nulla da perdere, abbiamo dimostrato il nostro valore e le nostre capacità nelle sette partite precedenti dove, eccetto la partita col Reggiomediterranea, siamo usciti sempre a testa alta. La squadra è giovane, gioca un buon calcio e soprattutto corre molto, certo manca un poco di esperienza ma quella la acquisiremo strada facendo, quello che chiedo ai ragazzi è di rimanere umili e lavorare sodo fino a fine stagione perché questo è un campionato che non regala niente a nessuno e le insidie sono dietro l’angolo“.

Il Cutro sta facendo bene. Dove credi possa arrivare e cosa chiedete ai tifosi?

Come detto sopra, l’umiltà prima di tutto, noi siamo partiti per salvarci e quello deve essere il nostro primo obiettivo, naturalmente ci sono diversi modi per raggiungere il traguardo salvezza, ecco io eviterei quello della stagione scorsa, piuttosto se riuscissimo a mantenere questi standard di gioco sono convinto che faremo un campionato tranquillo ed avremo modo di divertirci tutti quanti. Cutro quest’anno è rinata calcisticamente, grazie all’impegno dell’ amministrazione comunale si è tornati a giocare sul nostro terreno ed i risultati non si sono fatti aspettare, i tifosi sono tornati con entusiasmo a calcare la nostra tribuna e questo sarà di certo l’arma in più dell’ASD CUTRO per la stagione 2016/2017“.

Lascia un commento

Scroll To Top