Venezia-Crotone 1-4, le pagelle dei rossoblù. Molina convincente

Venezia-Crotone 1-4, le pagelle dei rossoblù. Molina convincente

CORDAZ 6: Non viene praticamente mai impegnato dalla squadra di casa, per lui solo ordinaria amministrazione. Spiazzato sul calcio di rigore di Domizzi.

CURADO 6,5: Come al solito con molta ruvidezza, ma stavolta sbagliando davvero poco, fa il suo compito.

VAISANEN 6: La trattenuta su Domizzi che costa il penalty poteva costare cara alla stagione rossoblù. Poi però si riprende e gioca una buona gara,

MARCHIZZA 6: Rispolverato per le varia assenze denota una certa insicurezza nel primo tempo, e dalle sue parti si soffre. Come il resto della squadra cresce nella ripresa ed acquisisce maggiori certezze.

SAMPIRISI 6,5: Si propone molto nella prima frazione di gioco, non trova giocate decisive ma tiene in apprensione il diretto avversario. Solita gara generosa.

Dal 28′ st MILIC 6: Entra a gara ormai decisa.

BENALI 7,5: A fine gara mette a referto una doppietta fondamentale. Cuce gioco nel primo tempo ma non riesce a concretizzare, il contrario avviene in una ripresa giocata alla grande.

BARBERIS 7: Bellissima la rete del pareggio che rimette in sesto una situazione che diventava preoccupante. Prende in mano il centrocampo quasi da subito e non cede mai.

Dal 16′ st ROHDEN 6: Entra sull’1-3, e partecipa alla mezzora finale creando qualche preoccupazione alla difesa avversaria.

ZANELLATO 7: La rete dell’1-3 che chiude il match è di rara bellezza, un destro che si insacca proprio sotto l’incrocio. Nel primo tempo sbaglia un po’ troppo ma è comunque sempre in partita.

MOLINA 7: La carta a sorpresa di Stroppa. Sin da subito di dimostra attivo e propositivo, finalmente schierato nel suo ruolo di esterno. Nel secondo tempo è suo l’affondo decisivo con assist del sorpasso.

PETTINARI 6: Fa molto movimento, cerca palloni sporchi, gioca per la squadra. Questo a discapito della precisione e della pericolosità, ma va bene così stavolta.

Dal 24′ st MACHACH 6: Ad un certo punto Stroppa lo deve calmare perché coi suoi giochetti stava innervosendo gli avversari ormai battuti. Un vizio che non riesce a perdere.

SIMY 6,5: Dopo un primo tempo al di sotto dei suoi standard, sale in cattedra nella ripresa mettendo a disagio la difesa veneziana ed entrando in almeno due gol.

STROPPA 6,5: Le sue mosse a sorpresa sono Zanellato al posto di Rohden e, soprattutto, Molina preferito come esterno sinistro a Firenze e Milic. Entrambi risultano decisivi e quindi gliene va dato atto.

Lascia un commento

Scroll To Top