Us Sant’Anna, le pagelle di questa magnifica stagione gialloverde

Us Sant’Anna, le pagelle di questa magnifica stagione gialloverde

Giovanni Scaccianoce: 31 presenze; 15 gol subiti; VOTO 9
Esperienza e sicurezza a servizio della difesa, se il Sant’Anna è la squadra che ha subito meno gol il merito è anche suo, la sua presenza da la giusta tranquillità a tutto il reparto. Saracinesca.

Vincenzo Caterisano (95): 4 presenze 1 gol subito; VOTO 6.5
Ha di fronte uno dei portieri più forti del dilettantismo calabrese, è cresciuto tanto sotto la sua ombra e nelle poche presenze fatte lo ha mostrato.

Dario Marsala: 30 presenze, 7 gol; VOTO 9
Leader della difesa gialloverde, senza dubbio il miglior centrale della categoria, autentico baluardo insuperabile,trascinatore in campo e fuori. Arma in più anche in fase offensiva con i suoi 7 gol. The Wall.

Pasquale Rodio: 21 presenze 3 gol; VOTO 8.5
Un’altra delle note liete nella rosa gialloverde,sesto anno con questa maglia, terzo campionato vinto; Insieme a Marsala ha fatto della difesa santannese una vera roccaforte, la migliore del campionato. Anche 3 gol all’attivo. Utilissimo.

Davide Stillitano: 20 presenze; VOTO 7
Sempre utile alla causa gialloverde, terzo campionato vinto anche per lui, venti presenze e un buon rendimento.

Danilo Demeco (95): 31 presenze 1 gol; VOTO 8.5
Rivelazione della rosa gialloverde,il giovane isolitano non si è fatto intimorire ed ha sfoderato una serie di prestazioni che lo hanno portato ad essere titolare inamovibile nello scacchiere di mister Maiolo. Sorpresa.

Alessio Venneri: 26 presenze; VOTO 9
In assoluto il calciatore più duttile della rosa ,impiegato in più ruoli della difesa non ha mai deluso le aspettative,sempre attento e pronto ad ogni evenienza. Ha contributo a fare della difesa il punto di forza della squadra. Man Everywhere.

Davide Rocca (95): 5 presenze; VOTO 6.5
Poche presenze per il giovane difensore, coperto dai più esperti ha mostrato comunque buone doti.

Carmine Leone: 16 presenze 4 gol ; VOTO 8
Sei campionati con la maglia gialloverde,tre vittorie,santannese DOC ,capitano e anima di questa squadra. Assente per squalifica nella prima parte di campionato, ma sempre e comunque uomo leader nello spogliatoio; La promozione a 42 anni, con doppietta in finale, e’ il giusto premio alla carriera. Il Capitano.

Alfonso Scandale: 23 presenze; VOTO 6.5
Utilissimo nella prima parte di stagione, il rientro di Leone lo ha poi relegato in panchina ma sempre pronto quando chiamato in causa. Ha terminato in anticipo la sua avventura per incomprensioni con la società.

Francesco Ribecco: 27 presenze 3 gol; 1 VOTO 8,5
Cuore muscoli e tanta corsa per il ruba palloni gialloverde; Sempre generoso e mai arrendevole, ha disputato una delle migliori stagioni della sua carriera, fondamentale nello scacchiere del tecnico. Tenace.

Fabio Ribecco: 25 presenze 3 gol; VOTO 9
Uomo di ben altra categoria, il suo curriculum lo dimostra, ha sposato la causa Sant’Anna e si è calato perfettamente nella categoria. Mediano ordinato ha recitato con grande con grande umiltà il ruolo che gli era stato assegnato, per lui anche 3 gol decisivi. Sempre tra i migliori in campo. Determinante.

Saverio Petrocca: 21 presenze 1 gol; VOTO 7,5
Qualità a servizio della squadra, non ha trovato molto spazio dall’inizio ma si è sempre mostrato pronto quando chiamato in causa.

Roberto Liperoti: 21 presenze 4 gol VOTO 6,5
Quarta stagione in maglia gialloverde, sicuramente non tra le migliori ma utile alla causa finché c’è stato. Ha terminato in anticipo la sua avventura per incomprensioni con la società.

Aldo Giardina (95): 13 presenze; VOTO 6.5
Inizio straripante, poi un brutto infortunio alla caviglia lo tiene lontano dai campi per un po’, al rientro trova una squadra ormai consolidata ma sfrutta al meglio ogni occasione che gli viene concessa. Trottolino.

Mario Iencarelli (95): 19 presenze 1 gol; VOTO 7,5:
Arrivato a dicembre in prestito dall’Isola Capo Rizzuto mostra subite le sue qualità, reinventato esterno da Maiolo, le sue sgroppate fanno spesso male alle difese avversarie, una sola rete in campionato, quella in finale play offcon il Cariati. Under Decisivo.

Samake Boubakar: 19 presenze 4 gol; VOTO 7,5
Terza stagione in gialloverde per il calciatore del Mali, attaccante di peso spesso determinante, solo 4 gol ma tante buone prestazioni. Ha il merito di far riempire gli spalti con un buon numero di tifosi africani. Idolo

Carmelo Garofalo: 23 presenze 2 gol; VOTO 7.5
Stagione meno prolifica sotto l’aspetto marcature rispetto allo scorso anno, si mostra però molto duttile e spesso diventa risolutivo per il gioco di mister Maiolo, decisivo soprattutto in termini tattici. Provvidenza.

Stefano Calabretta: 19 presenze 21 gol; VOTO 9:
Rientra nel girone di ritorno dopo dieci mesi di squalifica, determinante il suo approdo, 21 gol in 19 partite mostra di non aver dimenticato la via della porta dopo la lunga assenza. Cecchino infallibile che mostra di aver raggiunto la giusta maturità per misurarsi in ben altri campionati. Infallibile.

Aldo Giungato: 29 presenze 21 gol; VOTO 9
21 gol come il compagno di reparto, uomo gol da sempre, infallibile bomber sin da gli inizi della sua carriera, temuto dai difensori avversari per la sua velocità e imprevedibilità. Ha risolto da solo tante partite e nel girone d’andata ha spesso tirato la carretta anche nelle partite più delicate. Bomber di razza.

Micheal Campo (95): 4 presenze; VOTO 6
Sfortunato, era pronto ad essere tra i protagonisti di questa stagione ma un brutto infortunio, l’ennesimo, gli è costato anche questa stagione.

Salvatore Guarino (95): 5 presenze; VOTO 6
Un buon avvio per il giovanissimo esterno isolitano, poi l’esplosione di altri under lo relegano in panchina.

Francesco Condello (94): 2 presenze; VOTO 6
Solo due spezzoni di partita per lui.

Salvatore Pignanelli (95): 6 presenze; VOTO 6
Utile in diverse occasioni, un under di buone prospettive.

Alexander Leone (97): 2 presenze; VOTO 6
Il più giovane del gruppo, due presenze ma si prepara ad essere protagonista la prossima stagione

Francesco Maiolo: Allenatore, VOTO 10
Storico capitano con la dell’Isola Capo Rizzuto, decide di concludere la sua carriera da calciatore con la maglia della sua frazione e l’anno successivo ne prende le redini da allenatore. Ruolo che ha da sempre svolto in campo e ha interpretato al meglio in veste ufficiale. Ha il merito di aver creato uno spogliatoio compatto e di aver trasmesso ai suoi ragazzi quella mentalità vincente di cui avevano bisogno, ha dimostrato di essere un grande tecnico. Da due in panchina, 64 partite: 45 vittorie, 13 pareggi, 6 sconfitte. Condottiero.

Società; Staff tecnico; Magazzinieri, Tifosi VOTO 10: La forza nascosta di questo gruppo, sempre pronti e disponibile per ogni evenienza, sempre vicini e presenti alla squadra. Hanno insegnato al gruppo i valori dello sport, e da qui che parte il trofeo disciplina. Complimenti.

Lascia un commento

Scroll To Top