Un’Isola irriducibile passa anche a Castrovillari: decide una rete del giovane Cosentino

Un’Isola irriducibile passa anche a Castrovillari: decide una rete del giovane Cosentino

(nella foto Scuteri, ancora una volta tra i migliori)

CASTROVILLARI-ISOLA CAPO RIZZUTO 1-2

CASTROVILLARI: Barilaro, Raiola, Bravoco (17′ st Sarli),Okoroji, Rizzuti (13’ st Donato), Bertini, Lombardi, Ganje, Villa, La Canna, Galetti (27’ st La Barbera). In panchina: Chimenti, Di Marco, Liotti, Basile. Allenatore: De Rosa

ISOLA CAPO RIZZUTO: Voce, De Luca (9’ st Rocca), Scuteri, Leone, Minutolo, Mercurio, Russo (9’ st Mercurio), Campagna, Turano (26’ st Bruno), Cosentino, Alassani. In panchina: Starace, Geraldi, Nicastro, Grandinetti. Allenatore: Caligiuri

ARBITRO: Milone di Taurianova (Esposito e Zangara di Catanzaro)

MARCATORI: 42’ pt Turano (I), 3’ st Galetti (C), 24’ st Cosentino (I)

NOTE: Spettatori 400 circa. Ammoniti: Barilaro,Sarli e Ganje (C); Scuteri,Munutolo e Campagna (I). Recupero 2’ pt; 4’ st.

CASTROVILLARI (Cs) – Torna alla vittoria in campionato l’Isola Capo Rizzuto dopo le due sconfitte consecutive contro Roccella ed Acri, lo fa vincendo in casa del Castrovillari, probabilmente la squadra più forte del campionato dopo il mercato invernale. A dire il vero l’Isola vince pur non offrendo una grandissima prestazione, d’altronde non si poteva chiedere di più a questo gruppo dopo i 120 minuti intensi della partita di Coppa giocata in settimana. Squadra visibilmente stanca ma che fino all’ultimo ha lottato e ha tenuto testa alla corazzata Castrovillari, uscendo fuori soprattutto nella ripresa con una prestazione tutta cuore dovuta anche alla straordinaria preparazione atletica guidata dal prof. Domenico Garcea. Conti alla mano l’Isola difficilmente in passato avrebbe vinto partite così, anzi, il più delle volte è capitato il contrario con grandi prestazione e pochi risultati. Questa vittoria fatta di cinismo e cuore e segno che probabilmente questo è l’anno della definitiva consacrazione della squadra di mister Caligiuri, una squadra tatticamente superiore alle altre grazie al lavoro meticoloso del mister, in campo sempre con la mentalità di vincere.

Nella prima frazione di gioco nettamente meglio i padroni di casa, che al 22’ pt si vedono annullare un gol per una presunta carica sul portiere apparsa inesistente. Poi sale in cattedra il giovane portiere Voce, ancora protagonista dopo la splendida prova in Coppa Italia, il classe ’96 nega per ben tre volte la gioia del gol ai rossoneri: La Canna, Rizzuti e Ganje si vedono respingere le loro conclusione dal portierino giallorosso. Sul finale di tempo però, ecco che a spuntarla è l’Isola: Turano raccoglie un assist di un compagno e beffa il portiere di casa in uscita.

Galvanizzata dal gol e da una quasi certa strigliata del tecnico Caligiuri negli spogliatoi, l’Isola entra in campo con una altra mentalità, anche se a causa di un ingenuità difensiva dopo appena 3’ di gara il Castrovillari giunge al pareggio con Galletti. Da qui in poi la gara diventa bella con continui capovolgimenti di fronte, al quarto d’ora Galletti si vede respingere un colpo di testa sulla linea di porta. Al 24’ st l’Isola passa ancora, cross su punizione di Scuteri, confusione in area e il giovane Cosentino beffa tutti per la gioia dei pochi tifosi giallorossi accorsi fino a Castrovillari. Poi è ancora Isola a sfiorare in due occasioni il 3-1, mentre nel finale si fanno sotto i rossoneri ma senza creare grossi pericoli, finisce dunque 1-2 e l’Isola porta a casa tre punti importantissimi.

Lascia un commento

Scroll To Top