Una Puliverde Crotone concentrata vince agevolmente contro il Rhegion Club

Una Puliverde Crotone concentrata vince agevolmente contro il Rhegion Club

(nella foto Alessandro Fiorenza)

Puliverde Crotone – Rhegion Club Reggio Calabria: 33 – 17 (risultato pt: 15 – 6)

PULIVERDE CROTONE: Lo Guarro, Fiorenza 5, Perri R. 2, Liotti 4, Palermo 4, Malerba 4, Gentile 3, Gigliarano 5, Perri M. 2, Galluccio 1, Palombi, Lucente, Madia, Foresta 3. All.: Cusato e Liviera.

RHEGION CLUB REGGIO CALABRIA: Catalano 3, D’Ascola 3, Gali, Ianni, Iaria 1, Lagara, Nielona 1, Scappatura, Canale 9, Constantin, Crucitti, Rappocciolo. All.: Barbera.

 

La Puliverde Crotone fa tutto per bene e rispetta il pronostico della vigilia. Volevano vincere i pitagorici e ci sono riusciti battendo un volenteroso Rhegion Club Reggio Calabria che però ha potuto fare bene poco contro la voglia e lo strapotere dei padroni di casa.

Determinata e compatta la Puliverde ha condotto le danze fin da subito. Ha preso in mano la partita nelle prime battute mettendo in chiaro il rapporto di forza fra le due squadre. I padroni di casa sono andati subito in vantaggio e non hanno pensato ad amministrare, ma hanno continuato ad incrementare fino a chiudere con uno scarto di nove reti la prima frazione di gioco. Non è stato però facile perché la formazione ospite ci ha provato a restare in partita. Ha dimostrato buona tecnica ed un discreto impianto di gioco, ma ha sofferto l’atleticità e una maggiore velocità della Puliverde. Il Rhegion Club si è aggrappato a Canale suo cannoniere principe che ha comunque fatto la sua signora partita visto che ha segnato da solo oltre la metà delle reti della sua squadra.

Una volta raggiunto un vantaggio rassicurante la coppia di tecnici crotonesi composta da Antonio Cusato e Stefano Liviera ha preferito preservare alcuni giocatori per evitare infortuni ed allo stesso tempo dare molti minuti a chi di solito gioca meno ed ai componenti della formazione Under 16 convocati in massa.

Non è stato però un Crotone 2 perché chi è sceso in campo nel secondo tempo ha fatto meglio di chi ha giocato nel primo almeno nella fase offensiva, perché ha segnato di più, ma ha anche subito un maggiore numeri di reti. Prestazioni importanti però perché, specie i più giovani, hanno dato ai tecnici le risposte che si aspettavano.

Prima della fase ad orologio la Puliverde è chiamata confermare la sua classifica e tentare di vincere anche sul campo del Team Handball Reggio Calabria. L’ultima gara della stagione regolare prima dell’inizio della fase ad orologio si giocherà il prossimo cinque marzo.

Lascia un commento

Scroll To Top