Una Provolley Crotone incerottata cede nettamente in casa al Bisignano

Una Provolley Crotone incerottata cede nettamente in casa al Bisignano

LC PROVOLLEY CROTONE-VOLLEY BISIGNANO 0-3
(Parziali: 17-25; 29-31; 21-25)

LC PROVOLLEY CROTONE: Alfieri, Celico S. (C), Condina, Longo, Manica, Marasco, Pelaia, Tucci, Vrenna, Calvo (L). All. Celico G

VOLLEY BISIGNANO: Balestrieri, Bianco, Brindisi, Chimenti A., Chimenti P., Iannace, Iaquinta, Lionetti (C), Luca, Meringolo, Tortorella G., Tortorella U. (L)

ARBITRI: Cugnetto Giuseppe e De Sensi Danilo di Lamezia Terme

NOTE: Durata: 1h 28m

Brutta sconfitta per la Provolley Crotone in casa contro Bisignano; brutta perché arrivata contro un avversario alla portata dei ragazzi di Mister Celico e perché rimasta quasi sempre in equilibrio nonostante qualche defezione in casa Provolley e alle non perfette condizioni fisiche di un paio di elementi scesi comunque in campo.
Il coach pitagorico deve fare a meno di Riga ancora ai box per l’infortunio alla caviglia ed è costretto a riproporre Boram Alfieri nel ruolo di centrale (alla fine del match, il migliore in campo) con Francesco Longo, Salvatore Celico palleggiatore con Saverio Tucci opposto nonostante un problema al ginocchio destro, Felice Marasco e Luca Manica (anche lui acciaccato) in posto 4, Luca Calvo (in campo nonostante l’influenza) libero.
Come detto, la gara è equilibrata per larghi tratti; l’inizio del primo set è già promettente; Provolley e Volley Bisignano si rispondono palla su palla senza che nessuna delle due formazioni riesca ad allungare; si va avanti così con un massimo vantaggio per gli ospiti sul 13-15; in questa fase i padroni di casa trovano una buona percentuale in ricezione, fondamentale mancato nella trasferta di Roccella, ma proprio sul 13-15 si inceppa qualcosa in fase di attacco; con attacco a due, Manica non riesce a superare il muro avversario e Alfieri al centro, già autore di diversi punti, è ormai il sorvegliato speciale numero 1 per il muro di Mister Lionetti; in questo contesto la Volley Bisignano riesce a prendere un largo vantaggio fino al 21-13 che pregiudica il set della Provolley; i crotonesi provano a reagire ma è ormai troppo tardi e il primo set va a bisignanesi con il parziale di 17-25.

Il secondo set è quello più emozionante per i numerosi spettatori sugli spalti del PalaMilone, ma è anche quello che lascia di più l’amaro in bocca ai ragazzi della Provolley Crotone; così come nel primo set, nessuna delle due squadre riesce ad andare in fuga e l’equilibrio si spezza solo oltre metà set; con Manica al servizio (rinunciando al servizio al salto e privilegiando una traiettoria float per far muovere i ricettori avversari) la Volley Bisignano inizia ad andare in difficoltà e qui si esalta soprattutto Boram Alfieri autore di muri punto e muri sporchi a ripetizione; dal 11-13 per gli ospiti si passa al 17-13 Provolley con il massimo vantaggio per i bianco-blu crotonesi che arriva sul 20-15; a questo punto sembra fatta; ma i bisignanesi non ci stanno; sul 24-22 la palla del set capita nelle mani prima di Tucci (attacco da posto 2 che largo) e poi di Manica (che spedisce il suo pallonetto da posto 4 oltre la riga); dal 24 pari in poi il match diventa molto intenso ed emozionante per la gioia del pubblico; non mancano in questa fase le proteste in casa Provolley contro il primo arbitro Sig. Cugnetto di Lamezia Terme che non punisce il palleggiatore ospite autore di falli di doppia e trattenute a ripetizione; bisogna arrivare fino al 29-31 per vedere esultare la Volley Bisignano per un secondo set portato a casa con le unghie e con i denti.

L’aver perso in malo modo il secondo parziale, non giova alla Provolley che parte male; gli uomini di Mister Lionetti ne approfittano guadagnando subito il massimo vantaggio del set (2-8); Mister Celico chiama subito il time-out per strigliare i suoi, ma la reazione stenta ad arrivare; merito, soprattutto, dell’ordine tattico della Volley Bisignano, con una fase difensiva davvero notevole; nel contempo, in casa Provolley, la fatica inizia a farsi strada soprattutto tra gli acciaccati Manica e Calvo, così come per Tucci che alla fine, però, merita la sufficienza così come Salvatore Celico e Felice Marasco; deludente invece la prova di Francesco Longo che stride soprattutto con la partita da dieci e lode di Boram Alfieri in ruolo non suo. Alla fine la Volley Bisignano chiude il match aggiudicandosi il terzo set con il punteggio di 21-25.

Mister Celico ora spera di recuperare qualche uomo in questa settimana che porta alla difficile trasferta della vice-capolista Soverato; più importante, probabilmente, sarà recuperare forze ed energie per il prossimo impegno casalingo del 1 dicembre contro la Estro Volley RC.

Lascia un commento

Scroll To Top