Un gol per tempo ed il Cutro batte lo Scalea portandosi al quarto posto

Un gol per tempo ed il Cutro batte lo Scalea portandosi al quarto posto

CUTRO-SCALEA 2-0

CUTRO: Maruca, Mercurio (dal 42’ st Squillace), Maione, Balsamo, Aiello, Milano, Arabia, Riolo (dal 42’ st Crugliano), Mercuri, Covelli, Russo (dal 17’ st Lorecchio). In panchina: Piazza, Guerrieri, Mannolo, Stirparo. Allenatore: Morelli.

SCALEA: Andreoli, Oliva, Marotta, Petrillo, Pastore (dal 27’ st Favieri), Maiello, Piccirillo, Cersosimo, Paravati (dal 13’ st Arieta), Esposito (dal 13’ st Scoppetta), Coppola. In panchina: Tiesi, Grosso, Casella, Giannattasio. Allenatore: Carnevale.

ARBITRO: Franco di Locri (Guarnieri di Catanzaro e Barilà di Taurianova).

MARCATORI: 18’ pt Riolo, 47’ st Covelli

Terza vittoria consecutiva per un Cutro che gioca sempre meglio ed acquisisce consapevolezza della propria forza. La squadra dei presidenti Ciampà ed Olivo si sbarazza con un gol per tempo di un comunque positivo Scalea e si porta al quarto posto in classifica, solo un punto dietro il trio di testa.
Mister Morelli deve rinunciare ancora all’infortunato Porpora e ripropone ancora una volta Balsamo nelle vesti di difensore centrale, con Riolo che viene arretrato a centrocampo e la coppia d’attacco Covelli-Russo. La gara, disputata al Sant’Antonio di Isola Capo Rizzuto, vede i biancoazzurri prendere subito il comando del centrocampo.

La rete arriva al 18’: punizione di Riolo ribattuta dalla barriera, ma lo stesso fantasista raccoglie la respinta e trafigge Andreoli con un bolide imparabile sotto l’incrocio dei pali. I cutresi sono sempre molto insidiosi quando attaccano: l’intesa Covelli-Russo cresce di gara in gara, e Riolo, potendo partire da posizione più arretrata, sfugge spesso alla marcatura avversaria. È proprio lui a sfiorare il raddoppio prima del riposo con un bel tiro che sfiora il palo. Solo una occasione per gli ospiti con una buona parata di Maruca.

Nella ripresa Maione e compagni controllano con poche difficoltà. I cosentini cercano il pareggio e si espongono al contropiede del Cutro che però non riesce a chiudere il match. Soltanto nel recupero Covelli buca la retroguardia scaleota e sigla il 2-0 che chiude le danze. Finisce dunque con la gioia dei tifosi cutresi, la terza vittoria di fila proietta il Cutro nella parte alta della graduatoria.

Lascia un commento

Scroll To Top