Un arbitro inadeguato batte il Crotone. Il Varese ringrazia e porta a casa tre punti d’oro

Un arbitro inadeguato batte il Crotone. Il Varese ringrazia e porta a casa tre punti d’oro

(nella foto Antonio Mazzotta, ammonito per simulazione e che sarà squalificato)

VARESE-CROTONE 2-0

VARESE: Bastianoni, Laverone, Corti, Ely, Franco, Fiamozzi (dal 18′ st Cristiano), Damonte, Barberis (dal 24′ st Blasi), Calil, Forte (dal 12′ st Neto Pereira), Pavoletti. In panchina: Milan, Bjelanovic, Falcone, Tremolada, Pasa, Ricci. Allenatore: Sottili

CROTONE: Gomis, Cremonesi (dal 23′ st Boniperti), Abruzzese, Ligi, Del Prete, Mazzotta, Cataldi, Matute (dal 35′ st Saric), Bernardeschi, Mastriani, Bidaoui (dal 30′ st Torromino). In panchina: Secco, Prestia, Suagher, Pasqualini, Romanò, De Giorgio. Allenatore: Drago

ARBITRO: Bruno di Torino (Manzini e Santuari)

MARCATORI: 16′ pt (rig.) e 29′ st Pavoletti

AMMONITI: Cremonesi (C), Ligi (C), Pavoletti (V), Mazzotta (C).

Difficile commentare una partita del genere. Una serie incredibile di errori da parte del direttore di gara, probabilmente non sereno, o incappato in una giornata storta, ma che favorisce in maniera clamorosa la squadra di casa. Nel primo tempo rigore concesso al Varese per fallo di mano presunto di Abruzzese. In realtà il difensore pugliese ha le braccia attaccate al corpo e probabilmente colpisce anche con la spalla. Pavoletti dal dischetto non sbaglia.

Pochi minuti dopo pareggio del Crotone con bel colpo di testa di Del Prete e l’arbitro annulla per posizione di fuorigioco che le nemmeno le telecamere riescono a confermare. Un gol regolare che avrebbe potuto cambiare il match.

Nella ripresa almeno due rigori netti non concessi al Crotone. Il Varese raddoppia ancora con Pavoletti, su azione che nasce originariamente da un fuorigioco evidente non fischiato. Mazzotta ammonito per simulazione, diffidato, salterà la gara con l’Avellino. Nemmeno un allenatore di solito tranquillo come Drago riesce a contenersi e viene espulso per proteste.

Finisce 2-0 la sagra degli errori del signor Bruno, una partita indirizzata in una sola direzione dall’arbitro e che non consente ai rossoblù, in formazione nettamente rimaneggiata, di avvicinarsi alla prima posizione. Unica nota positiva, l’esordio stagionale di Saric, rientrato dall’infortunio.

Lascia un commento

Scroll To Top