Tutta Italia celebra Nicola, il condottiero della salvezza crotonese. Ma resterà?

Tutta Italia celebra Nicola, il condottiero della salvezza crotonese. Ma resterà?

Una strana storia quella di Davide Nicola al Crotone. Arrivato con molto scetticismo, forse per i rifiuti dei vari De Zerbi, Grosso, Di Biagio, anche se la società non lo ha mai ammesso, i suoi primi mesi alla guida della formazione pitagorica sono stati difficili. Risultati scadenti, scarsa qualità di gioco, sembravano esserci tutti gli ingredienti per un esonero, peraltro invocato in una gara dalla tifoseria. Il Crotone, a sorpresa, ha tenuto duro ed è andato avanti con l’allenatore piemontese.

I fatti hanno dato ragione sia alla compagine societaria che al tecnico. Ora tutta l’Italia calcistica parla di Davide Nicola. celebra la sua vittoria e commenta con simpatia la sua promessa di farsi in bicicletta la distanza Crotone-Torino. Nel dopo Crotone-Lazio, da un lato la società che confermava il tecnico per la prossima stagione, e Nicola che invece rimandava il tutto con un “si vedrà”. Che ci sia qualche altra squadra sulle sue tracce? Forse il Sassuolo? Certo, il Crotone è forte di un contratto che prevede il rinnovo automatico in caso di salvezza.

Sembra paradossale che ora siano i crotonesi, tifosi compresi, a sperare in una permanenza di Nicola sulla panchina rossoblù. E per lo stesso Crotone potrebbe essere un’altra beffa come quella di un anno fa con Juric. Vedremo come si svilupperanno le cose, intanto mercoledì l’allenatore sarà premiato dal Comune che gli conferirà la cittadinanza onoraria. Tutto questo affetto potrebbe convincere Nicola a non valutare eventuali altre proposte?

Lascia un commento

Scroll To Top