Tris all’Audace Rossanese, per l’Isola Capo Rizzuto finale storica

Tris all’Audace Rossanese, per l’Isola Capo Rizzuto finale storica

(nella foto il gol di Scuteri direttamente da calcio di punizione)

ISOLA CAPO RIZZUTO-AUDACE ROSSANESE 3-1

ISOLA CAPO RIZZUTO: Lamberti 7, Nicastro 7, Scuteri 8, A. Bruno 7 (8’ st De Luca 7), B. Mercurio 7, Minutolo 7, Russo 7 (44’ st Filoramo sv), Campagna 7, Turano 7.5, Eseola 7 (24’ st Rocca 7), Alassani 7.5.  In panchina: Voce, G. Bruno, Iencarelli, Geraldi. Allenatore: Caligiuri 8

AUDACE ROSSANESE: Paterniti 5.5, Carelli 5.5, Spasiano 6, Okoroji 6, Cosentino 5.5, Mangialetto 5, Fazio 5.5, Scarnato 6, Di Giacomo 6.5, Salandria 5.5 (28’ st Carrozza 5.5), Maio 6. In panchina: De Sio, Granata, Curia, Marino, Molinaro, Federico.  Allenatore: Cipparrone 5

ARBITRO: Morabito di Taurianova (Mordaci di Locri e Fiorenza di Locri)

MARCATORI: 7’ pt Di Giacomo (R), 18’ pt Turano (I), 22’ st Scuteri (I), 36’ st Alassani (I)

NOTE: Spettatori 150 circa. Ammoniti: Eseola, Scuteri (I), Okoroji (R), Cosentino (R). Recupero 1’pt, 4’st.

ISOLA CAPO RIZZUTO (Kr) – Straordinario passo nella storia dell’Isola Capo Rizzuto del presidente Roberto Ventura, la squadra giallorossa vince con pieno merito contro una Rossanese comunque solida e cinica. Una finale raggiunta con tanti sforzi e sacrifici dalla società giallorossa, che premia così l’impegno della società, l’intuito del diesse Arena, sempre abile a trovare gli uomini giusto e la tenacia, oltre che la bravura tecnica del mister Caligiuri. Ma gran merito soprattutto della squadra che in campo mette cuore e anima, un collettivo che ormai gioca a memoria e segue alla perfezione i ritmi e gli schemi imposti dal tecnico di Savelli. Di fronte una Rossanese arrivata a Isola con la grinta e la voglia di chi vuole provare quel colpo d’orgoglio, una squadra costruita per vincere ma che ormai sembra destinata ad una dura lotta per non retrocedere.

Pronti via e subito Isola sciupona in avanti con Eseola e Turano, non sciupa invece la prima occasione la Rossanese: serie di rimpalli in area, con Maio che al volo la da larga verso Salandria, quest’ultimo sempre di prima intenzione la rimette in mezzo, dove su tutti ha la meglio Di Giacomo, che di testa anticipa la difesa e la mette dentro. La reazione dell’Isola non si fa attendere, prima sbaglia Eseola ma poi colpisce Turano, complice anche l’aiuto involontario di Okoroji.  Da qui in poi è un monologo giallorosso, che comunque non riesce a ribaltare prima della fine del tempo. Nella ripresa il copione è lo stesso l’Isola si riversa nella metà campo ospite ma ci vuole un perfetto calcio di punizione di Scuteri, autentico specialista, a portare i giallorossi avanti. Nel finale è poi un eurogol di Alassani a chiudere definitivamente il match, un pallonetto da 35 metri che beffa Paterniti, leggermente fuori dai pali.

Lascia un commento

Scroll To Top