Triangolare a Verzino, vince il Catanzaro. Secondo posto per il Crotone

Triangolare a Verzino, vince il Catanzaro. Secondo posto per il Crotone

Va di nuovo al Catanzaro la seconda edizione del triangolare old style disputato a Verzino lunedì 5 Agosto tra una selezione di ex calciatori locali e le compagini di ex atleti del Catanzaro e del Crotone Calcio. Dopo il successo nella prima edizione, disputata nell’Agosto 2011 solo tra Verzino e Catanzaro, e quello dell’estate scorsa, gli ex giallorossi si sono imposti anche quest’anno, battendo 2-0 il Crotone nella gara conclusiva (reti di Tortora su calcio di rigore e Procopio), dopo aver battuto 4-0 i padroni di casa (2 gol del sempreverde Pino Tortora ed una rete a testa per Gori e Procopio) e dopo che i rossoblu avevano a loro volta sconfitto 3-0 i biancorossi locali nel match di apertura (a segno Lomonaco, Porchia e Masellis).

Al di là dell’aspetto puramente tecnico e dei risultati delle tre gare (ciascuna di 40’), disputate all’insegna del massimo fair-play e della correttezza e ben dirette dalla terna crotonese formata dal fischietto Elia e dagli assistenti Fiumara e Basile, ciò che più ha rappresentato motivo d’orgoglio per gli organizzatori, per la comunità verzinese e per tutti gli appassionati (oltre 1000 persone) accorsi dai centri del comprensorio è stato l’entusiasmo e la soddisfazione dei protagonisti, anche quelli che non sono scesi in campo, come il 72enne Alberto Spelta, ex attaccante giallorosso negli anni ’70, soprannominato lo Jair bianco, il quale si è dichiarato “contento di essere qui e di aver preso parte all’evento: ricorderò sempre con affetto questa giornata, l’ospitalità ed il calore degli organizzatori e di tutta la popolazione”.

Come anticipato nei giorni scorsi, a margine delle tre sfide sono stati consegnati 2 premi speciali al Vice-Presidente del Crotone Calcio, nonché Vice-Presidente della Lega di Serie B Salvatroe Gualtieri, che ha accompagnato anche la selezione rossoblu, ed al Presidente della LND-C.R. Calabria Saverio Mirarchi, protagonista molto ammirato anche in campo nella selezione giallorossa.

Visibilmente soddisfatti e felici gli organizzatori locali, che in serata hanno organizzato presso un noto ristorante locale una gustosa cena per gli illustri ospiti. A parlare a nome del gruppo degli amici Nando, Gregorio e Gino la vecchia gloria locale Salvatore Arcuri (che in campo ha giocato tra i biancorossi padroni di casa ma ha poi disputato anche 15’ tra le fila del Crotone nell’atto finale), il quale si è detto “stanco, ma felice; è stata una giornata lunga, ma ne è valsa la pena: difficilmente ce ne dimenticheremo. Ancora una volta è stato dimostrato che le rivalità ed i campanilismi possono essere messi da parte e che il calcio può essere osservato e giudicato non solo per i suoi aspetti negativi, come spesso sentiamo, ma anche per quelli positivi, che sono molti, e per i valori che veri e autentici di cui è da sempre portatore”.

Lascia un commento

Scroll To Top