Tobia Loriga, sconfitta con beffa in Ucraina

Tobia Loriga, sconfitta con beffa in Ucraina

Sconfitto e deluso. Tobia Loriga questa volta non ce l’ha fatta. La missione Ucraina è fallita, ma il ko è figlio di diversi punti oscuri che hanno impedito al campione crotonese di conquistare un titolo prestigioso. A cominciare dal fattore casalingo che ha finito per fare la differenza, premiando il combattente di casa quando invece c’erano gli estremi per capovolgere l’esito del match.
Tobia Loriga è sceso sul ring ucraino per il titolo intercontinentale Wba dei Super Welter contro l’idolo di casa Artem Karpets, nello stadio di calcio di Donetsk in un manifestazione di boxe mai vista con ospite d’onore Lennox Lewis, 4 incontri internazionali e 5 titoli di cui 4 intercontinentali e un titolo mondiale dei pesi super medi, i campioni tutti ucraini!

“Io ho disputato il quinto incontro e il secondo dei titoli intercontinentali in uno stadio pieno di gente che faceva il tifo per gli ucraini – racconta Tobia – Ho perso secondo i giudici che sono stati troppo casalinghi, un furto e tutti i presenti all’incontro che mi hanno visto e chi mi ha seguito tramite internet la pensano come me, alla fine dell’incontro erano tutti per me, ho ricevuto i complimenti da tutti e anno detto che è stato l’incontro più bello, ma questo non mi dà il titolo indietro. Avevo vinto, anche perchè ho conquistato quasi tutte le riprese e la seconda di 2 punti perchè è stato atterrato e contato e quando vieni contato perdi la ripresa di 2 punti, il combattimento e’ stato condotto da me, mio padre all’angolo non faceva altro che gridare bravo bravo continua così. E conoscendo mio padre che è un critico verso i suoi pugili ed un grande esperto, questo mi faceva capire che stavo vincendo; infatti alla fine dell’incontro si vede che io alzo le mani in segno di vittoria e lui non fa nessun cenno come se sapeva della perdita, ma alla fine alla lettura dei tre cartellini mi davano la sconfitta tutte e tre (117-110), (117-110) e (115-112). Uno scandalo”.

Fonte: ilcrotonese.it

Lascia un commento

Scroll To Top