Terza categoria gir. D, domenica finalmente si parte. Tante matricole per un campionato difficile da interpretare

Terza categoria gir. D, domenica finalmente si parte. Tante matricole per un campionato difficile da interpretare

(nella foto il Santa Severina che vinse lo scorso campionato di Terza categoria)

Due settimane di slittamento rispetto alla data originaria. Il campionato di Terza categoria parte il 2 novembre e non il 19 ottobre come previsto inizialmente. Diverse le nuove società al via, alcune di paesi che da anni non avevano la squadra di calcio, altre nate sulle ceneri di società in difficoltà e che hanno chiuso i battenti. Le nuove squadre sono: Akerentia, Caccurese, Belvedere Spinello, Cirò Marina, Carfizzi, Real Roccabernarda e San Mauro Marchesato.

C’è da raccogliere l’eredità del Santa Severina, trionfatrice della passata stagione, e secondo gli addetti ai lavori le favorite potrebbero essere Real Roccabernarda, Real Casabona e Nuova Petilia, ma c’è  grande attenzione anche nei confronti di Cirò Marina, San Mauro e Steccato. Punta a fare bene anche la Gioventù Savelli, dopo la buona esperienza della passata stagione, così come il Real Casino di Castelsilano.

Per le altre matricole, invece, non ci sono apparenti velleità di alta classifica, ma non mancheranno senz’altro terzi tempi, entusiasmo e voglia di socializzare, che sono poi la base dell’attività dilettantistica, specialmente in questa categoria. Tra queste però occhio al Belvedere che annovera tra le sue fila forse il calciatore più forte della categoria, quel Lorenzo Curcio che lo scorso anno ha vinto la classifica marcatori segnando reti a valanga e due anni fa si è aggiudicato anche il Pallone d’oro di Crotone Sport.

Lascia un commento

Scroll To Top