Super Crotone a Verona: Hellas battuto con tre gol

Super Crotone a Verona: Hellas battuto con tre gol

HELLAS VERONA-CROTONE 0-3

HELLAS VERONA: Nicolas; Ferrari, Caracciolo, Heurtaux (dal 1′ st Pazzini), Fares; B. Zuculini, Buchel; Romulo, Matos, Valoti (dal 15′ st Verde); Petkovic (dal 23′ st Calvano). In panchina: Silvestri (GK), Coppola (GK), Fossati, Kean, F. Zuculini, Gonzalez, Lee, Bearzotti, Souprayen. Allenatore: Pecchia.

CROTONE: Cordaz; Sampirisi, Ceccherini, Capuano, Martella; Barberis, Mandragora, Benali (dal 32′ st Crociata); Ricci (dal 36′ st Faraoni), Trotta (dal 28′ st Budimir), Stoian. In panchina: Festa (GK), Viscovo (GK), Rohden, Nalini, Izco, Suljic, Pavlovic, Ajeti, Simy. Allenatore: Zenga.

ARBITRO: Rocchi di Firenze.

MARCATORI: 3’ pt Barberis, 9’ st Stoian, 22’ st Ricci.

AMMONITI: Ricci (C), Ceccherini (C), Martella (C), Fares (V), Stoian (C), Capuano (C).

ESPULSO: 16’ st Zuculini (V).

 

Era una partita delicatissima in chiave salvezza, subito dopo la sosta, ed il Crotone non l’ha fallita. La squadra allenata da Zenga si è imposta 3-0 al Bentegodi staccando il Verona ed anche la Spal. Il tecnico milanese butta subito a sorpresa nella mischia tutti e tre i nuovi arrivati. La gara si mette bene perché al 3′ Barberis indovina una punizione capolavoro segnando il suo primo gol in serie A. La reazione dell’Hellas è sterile e si concretizza soltanto con un palo colpito di testa su corner. Il Crotone è sempre pericoloso in ripartenza, Ricci è insidioso e Benali si inserisce sempre in area di rigore.

Nella ripresa Pecchia mette subito Pazzini togliendo un difensore centrale ma l’inerzia della gara non cambia. Al 9′ contropiede magistrale dei rossoblù con Ricci che da sinistra mette una bellissima palla in mezzo sul quale Stoian si inserisce alla grande segnando il raddoppio con un tocco astuto. Poco più tardi intervento criminale con gamba alta di Zuculini su Benali ed espulsione per il giocatore dei veneti. A metà ripresa il tris che chiude la gara: contropiede veloce, Benali allarga a sinistra su Ricci che tira di prima col mancino dai 18 metri trovando l’angolino basso ed un gol fantastico.

La gara a quel punto ha poco altro da dire, i pitagorici controllano senza affanni ed il Verona non crea nulla. Un successo importante anche per come è maturato, con la firma importante dei tre nuovi acquisti, a testimonianza di un lavoro eccelso della società e del tecnico Zenga.

Lascia un commento

Scroll To Top