Serie C, Orocash Rende Nuoto-R.N. Auditore Crotone 13-7

Serie C, Orocash Rende Nuoto-R.N. Auditore Crotone 13-7

Una stagione segnata per la R.N. Auditore perché impegnata in un difficile processo di rinnovamento che ha  determinato lo smantellamento della squadra inserendo un manipolo di giovani talentuosi provenienti dal settore giovanile e lasciando solo qualche “senatore” come elemento di riferimento. <<E’ una scelta che sapevamo avrebbe portato alla disputa di un campionato non di vertice>> – dichiara il Presidente Ape – <<ad inizio anno abbiamo condiviso con il nuovo tecnico Vidovic questo progetto prevedendo le difficoltà che stiamo effettivamente attraversando ma tutto ciò è finalizzato ad una crescita che comincerà a dare i suoi frutti già dal prossimo anno>>.

La giovane età indubbiamente ha fatto perdere alla squadra pitagorica quella “personalità” in acqua che è necessaria durante le partite e che ha permesso la disputa, in passato, di campionati di vertice. La R.N. è andata in grande difficoltà soprattutto quando ha incontrato avversari esperti e fisicamente dotati, e ciò è capitato molto di frequente. La grinta e la voglia di emergere dei piccoli pallanuotisti crotonesi si è infatti sempre “scontrata” con la realtà di un campionato dove militano molti atleti anche di serie superiore. Paradossalmente però tale handicap ha permesso e permetterà nelle ultime partite del campionato, una veloce crescita del gruppo Rari Nantes. L’Auditore oggi è già una squadra notevolmente diversa rispetto a quella vista nei primi turni del Torneo. Più veloce, tecnica e soprattutto maggiormente motivata grazie alla “cattiveria sportiva” che i giovani pallanuotisti  pitagorici hanno cominciato ad assorbire.

Passando alla storia dell’incontro, l’Orocash Rende Nuoto è stato sempre in vantaggio, con merito, grazie ad una migliore organizzazione di gioco ed alla capacità di sfruttare gli errori in fase offensiva della formazione ospite. I fratelli Arcuri, Zucco e Pantisano hanno cercato di arginare i bruzi ma invano. Buone le prestazioni dei piccoli Bellezza e Riganello autori ciascuno di una doppietta. Atleti che oramai rappresentano un punto fermo della squadra. Bene anche Amatruda, Candigliota, Basile, Greco e dei due portieri Cortese ed Adamo alternatisi alla difesa della porta pitagorica

In classifica generale oramai la R.N. Taranto festeggia la promozione in “B” essendo a +6 dal Rende Nuoto a 3 giornate dal termine ma, visti gli incontri da disputare, sarà molto difficile che l’obbiettivo sfugga alla compagine pugliese. In coda lotta tra l’Auditore e l’Hidrosport Matera rispettivamente a 9 e 6 punti. Sarà importante non perdere domani in casa contro il Fimco Sport Maglie, ore 14.00 Piscina Olimpionica di Crotone via G.Paolo II, squadra che non ha più nulla da dire e che potrebbe quindi giungere a Crotone poco motivata. Ma chi dovrà essere motivato e concentrato è il Team pitagorico chiamato alla conquista dei tre punti.

Lascia un commento

Scroll To Top