Sant’Anna-Cariati, il giudice sportivo conferma il risultato del campo. I gialloverdi alla Disciplinare

Sant’Anna-Cariati, il giudice sportivo conferma il risultato del campo. I gialloverdi alla Disciplinare

Il giudice sportivo ha confermato l’1-1 di domenica scorsa al “Rocco Leone” tra Sant’Anna e Cariati. La squadra del presidente Maiolo, però, è fermamente intenzionata a non demordere ed ha annunciato che ricorrerà alla Commissione disciplinare. Pertanto, domenica prossima il campionato terminerà ma ci sarà ancora un verdetto in sospeso.

In particolare nel comunicato del giudice sportivo si legge “che in materia di esecuzione delle sanzioni l’art.22 punto 4 del C.G.S.,dispone che le gare in riferimento alle quali le sanzioni a carico dei tesserati si considerano scontate sono quelle che hanno conseguito un risultato valido agli effetti della classifica;  che la gara Cariati – Cremissa del 6/04/2014 ha conseguito un risultato valido agli effetti della classifica… ecc. ecc.“.

Sempre in riferimento alla stessa legge il Sant’Anna si appella però al comma che recita “…mentre è da ritenersi scontata la squalifica del giocatore dell’altra società, purché questa abbia presentato regolarmente la lista di gara all’arbitro. Non avendo il Cariati presentato distinta di gara per la gara col Cremissa, secondo il Sant’Anna non ha potuto fare scontare la squalifica ai suoi due tesserati.

Di certo c’è un conflitto normativo, o meglio una lacuna nella legge in questione. Attenderemo a questo punto un’altra settimana per conoscere la decisione definitiva che è quella della commissione disciplinare. Questo il testo completo del provvedimento del giudice sportivo:

 

Il Giudice Sportivo Territoriale letti gli atti ufficiali della gara nonché il reclamo proposto dalla società Sant’Anna con il quale chiede che venga inflitta alla squadra avversaria la punizione sportiva della perdita della gara per avere nelle fila di quest’ultima partecipato i giocatori Scarpello Cataldo, nato il 21/11/1985 e Apicella Raffaele, nato il 23/04/1974 non aventi titolo perché squalificati;
Gara del 27/ 4/2014 SANT’ANNA – CARIATI

lette le controdeduzione trasmesse dalla società Cariati; Rilevato che i giocatori Scarpello Cataldo, nato il 21/11/1985 e Apicella Raffaele, nato il 23/04/1974 con provvedimento pubblicato nel C.U. n 129 del 03/04/2014, venivano squalificati per una gara per recidiva in ammonizione;

considerato che in materia di esecuzione delle sanzioni l’art.22 punto 4 del C.G.S.,dispone che le gare in riferimento alle quali le sanzioni a carico dei tesserati si considerano scontate sono quelle che hanno conseguito un risultato valido agli effetti della classifica;
che la gara Cariati – Cremissa del 6/04/2014 ha conseguito un risultato valido agli effetti della classifica (vedidelibera del G.S.T., pubblicata nel C.U. nº 129 del 3/04/2014 e successiva informativa della Segreteria del C.R. Calabria che in ossequio dell’art.53 comma 4 delle NOIF, le gare ancora da disputare saranno considerate perdute con il punteggio di 0-3 in favore dell’altra società con la quale avrebbero dovuto disputare la gara fissata in calendario;

che, pertanto , i citati giocatori Scarpello Cataldo e Apicella Raffaele , nella gara oggetto del presente reclamo potevano prendere legittimamente parte;

Delibera
1) rigettare il proposto reclamo ed incamerare la tassa reclamo versata
2) pubblicare il risultato della gara acquisito in campo SANT’ANNA – CARIATI 1 – 1

 

Lascia un commento

Scroll To Top