Santa Severina, parola al nuovo presidente Brittelli: “Orgoglioso di questa carica”

Santa Severina, parola al nuovo presidente Brittelli: “Orgoglioso di questa carica”

Il Santa Severina ha un nuovo presidente. Come abbiamo scritto nella giornata di venerdì, l’avvocato Giuseppe Brittelli è il nuovo massimo dirigente della compagine santaseverinese che parteciperà al prossimo campionato di Prima categoria. Lo abbiamo contattato per sentire le sue prime impressioni da nuovo presidente: “Voglio innanzitutto ringraziare l’ex presidente Pino Cardelli, i vecchi dirigenti – esordisce Brittelli – e tutta la cittadinanza, per la stima e l’interesse che hanno dimostrato nell’insistere nei miei confronti per ricoprire questa carica. Inoltre ringrazio l’amministrazione comunale ed il sindaco Salvatore Giordano per avere provveduto al pagamento dell’iscrizione e per aver deciso di devolvere alla società i proventi della prossima notte bianca che si terrà in paese“.

Come sarà composta la nuova società?: “Ci tengo a ringraziare anche tutti coloro che fanno parte di questa nuova società perché mi hanno voluto fortemente, a cominciare dal presidente uscente Pino Cardelli che però resta fortemente nel gruppo dirigenziale nel ruolo di amministratore unico. Poi ci saranno come co-presidente Elisabetta Brittelli, vice presidente l’avvocato Fabio Pellegrino, segretario Massimo Ammirati, addetto stampa prof. Vincenzo Geraldi, direttore sportivo Fernando Miriello. Nella giornata di lunedì contiamo di annunciare anche lo staff tecnico“.

Quali saranno gli obiettivi del Santa Severina?: “Sicuramente partiamo con molta cautela, l’obiettivo è di fare un campionato, non vogliamo certo fare brutte figure. Sarà una società basata sul rispetto dei valori, l’obiettivo sarà divertirsi facendo calcio. Prenderemo certamente dei buoni giocatori, se poi a dicembre ci troveremo in una buona posizione potremo fare un ulteriore sforzo sul mercato“.

Come nasce questo legame con Santa Severina, per lei che è di Roccabernarda?: “Ho scelto Santa Severina per una questione di affetto, questo paese ce l’ho a cuore perché qui ci lavoro ed ho tanti amici. Ormai mi sento santaseverinese d’adozione. Siccome avete scritto che si tratta di uno dei borghi più belli d’Italia, farò in modo che anche la squadra di calcio sia all’altezza della bellezza del paese, ne faremo una delle squadre più belle del Crotonese“.

Lascia un commento

Scroll To Top