Santa Severina: “Nessuna difficoltà economica e nessuna consegna della squadra al Sindaco”

Santa Severina: “Nessuna difficoltà economica e nessuna consegna della squadra al Sindaco”

In merito al recente articolo apparso sulla vostra testata giornalistica relativo a presunte difficoltà della società calcistica Santa Severina 2012, occorre fare alcune doverose precisazioni. Intanto, nessuna iniziativa è stata mai posta in essere nei confronti del Comune, pertanto è alquanto fantasiosa la notizia di una consegna della squadra al Sindaco. Piuttosto, come in ogni realtà avviene, c’è un confronto con gli amministratori comunali per necessità che riguardano soprattutto l’impianto sportivo. In secondo luogo, la nostra società di calcio non ha e non ha mai avuto difficoltà economiche, come testimoniano tre ottimi campionati svolti in Prima categoria, grazie ai tanti sacrifici di tutta la dirigenza e del presidente Cardelli in particolare, forti come siamo di un grande sostegno dei nostri concittadini e dei tanti commercianti che sostengono la squadra del proprio paese. Anzi, siamo invidiati in molti altri comuni per il buon numero di spettatori che gremiscono il Pino Gagliardi nelle gare interne. Detto questo, c’è la determinazione forte della società di proseguire in questa avventura calcistica, pertanto vi chiediamo di fornire notizie sul nostro conto solo se annunciate da fonti ufficiali e non da chi nemmeno conosce la nostra realtà.

FC Santa Severina 2012

In relazione alla lettera della stimata società Santa Severina, sottolineiamo che nel nostro articolo non era scritto assolutamente che la squadra era stata consegnata al Sindaco, come invece scritto per il Real Roccabernarda (e magari ci aspettiamo altra smentita, pazienza). Era stato solo scritto che si chiedeva l’interessamento del Comune e quindi del primo cittadino per sbloccare una situazione che, a quanto leggiamo, si riferiva esclusivamente all’impianto e non all’iscrizione (ne siamo lieti). Intervento risolutivo era riferito a quello, sempre giusto poter precisare, ma bastava contattarci direttamente e tranquillamente. Dispiace doversi confrontare spesso su un piano del genere per campionati dilettantistici, servirebbe a volte solo essere più disponibili e collaborativi, meno misteriosi. Fino a prova contrari in questi campionati il divertimento ed il sociale dovrebbero essere al di sopra di tutto, e ci scusiamo se abbiamo cercato di dare una mano alle nostre squadre, sottolineando un periodo generale molto delicato.

Elio Libonati

Lascia un commento

Scroll To Top