San Leonardo, una vittoria che vale un’ipoteca per in playoff. Il Real Casabona ora rischia

San Leonardo, una vittoria che vale un’ipoteca per in playoff. Il Real Casabona ora rischia

(nella foto l’allenatore dei padroni di casa Caloiro)

SAN LEONARDO-REAL CASABONA 2-0

SAN LEONARDO: Procopio, Zoffreo (26′ st Diletto), Ferrini,Falcone, E. Colosimo, A. Mancuso (40′ st Mannolo), Falcone, Gio. Trapasso, Piccolo (36′ st Tirotta), L. Colosimo (28′ st Geraldi), Giu. Trapasso. Allenatore: Caloiro

REAL CASABONA: Varano, D. Gallo (41′ pt Melidone), Spataro, M. Mancuso (40′ st Parrotta), Federico (35′ st Carbone), S. Gallo, Scavello, Panucci, A. Rizzo, Mele, Longo (41′ st Aprigliano). Allenatore: De Biasi

ARBITRO: Della Mura di Rossano

MARCATORI: 33’ st Gio. Trapasso, 39’ st Geraldi

SAN LEONARDO (Kr) – Il bello ed il cattivo tempo. L’ azzurro ed il grigio: colori contrapposti in cielo e nell’umore post partita dei 2 tecnici al termine dell’incontro, disputatosi in un ‘rocambolesco’ pomeriggio domenicale. Real Casabona priva, tra squalifiche ed infortuni, di diverse pedine cardine del suo scacchiere, fa dell’arena avversaria terreno fertile per esprimere un calcio a sprazzi di qualità e di categoria sicuramente superiore. Imbatte però in un solido e compatto avversario, capeggiato da un imponente capitan Trapasso, che in maniera cinica, frustra, in due occasioni decisive, il tentativo ospite di far cassa in trasferta.

Partita bella e pimpante con un primo tempo di marca biancazzurra, in cui si mette in luce un superlativo Mele (inventato quest’oggi punta per l’assenza, per infortunio, di Tigano), che defilandosi spesso diligentemente manda allo sbaraglio con numerose giocate i difensori avversari. Suo è infatti il goal annullato ingiustamente per fuorigioco al 21’.

Nella ripresa sale però in cattedra il San Leonardo che mastica gioco per buona parte del tempo, soprattutto con un inesauribile Falcone e, appunto, col suo capitano in maglia numero 8. È però degli ospiti la prima occasione clamorosa: S. Gallo, con la sua puntuale giocata di giornata, dribbla e tira costringendo Procopio agli straordinari, A. Aprigliano scivola e spara alto, vanificando il tap-in. Al 78’arriva quindi il goal poi decisivo: sugli sviluppi di un corner la palla sorvola l’intera area, controcross di Piccolo e Trapasso insacca di testa. 6’dopo il crudo punto esclamativo: contropiede orchestrato alla grande dai locali sulla fascia destra e concluso al meglio dall’eterno Geraldi per il goal del 2 a 0.

Daniel Passarelli

Lascia un commento

Scroll To Top