Roccella sempre più capolista, sconfitta l’Isola al “Sant’Antonio”

Roccella sempre più capolista, sconfitta l’Isola al “Sant’Antonio”

ISOLA CAPO RIZZUTO-ROCCELLA 2-3

ISOLA CAPO RIZZUTO: Starace (94) 6, E. Mercurio (95) 6,5, Scuteri 6 (8’ st Rocca 7), Leone 5,5, Minutolo 6, B. Mercurio (94) 5,5, Russo 5,5 (95) (21’ st Filoramo (95) 6,5), Campagna 6,5, Turano 5, Eseola 6, Alassani sv (18’ pt De Luca 6,5).  In panchina: Voce (96), Geraldi, Ant. Bruno, Nicastro (95).  Allenatore: Caligiuri 6

ROCCELLA: Belcastro (95) 6,5, Laaribi 6,5, Sarago 6 (18’ pt Kanfri  (96) 6), Pizzoleo (94) 6,5, Minici 5, Coluccio 6,5, Criniti 7, Calabrese 6,5, Saffioti 6,5 (42’ st Franzè (96) sv), Leta 7,5 (36’ st Figliomeni sv), Femia 6,5. In panchina: Ferigo (96), Trimboli (94), Carbone, Pasqualini (96).  Allenatore: Galati 7

ARBITRO: Trischitta di Messina 5 (Zangara di Catanzaro e Montesanti di Lamezia)

MARCATORI: 18’ pt Leta (R), 33’ pt Saffioti (R), 40’ pt Campagna (I), 46’ pt B. Mercurio (R, aut.), 24’ st Rocca (I)

NOTE: spettatori 500 circa. Al 18’ st espulso Minici (R) per doppia ammonizione; Al 44’ st espulso Filoramo (I) per proteste. Ammoniti: Sarago (R), Calabrese (R), Saffioti (R), Minici (R); De Luca (I).  Angoli 4-1. Recupero 2’ pt; 4’ st.

ISOLA DI CAPO RIZZUTO (Kr) – E’ sempre più in nome del Roccella il campionato di Eccellenza, la squadra di mister Galati espugna il terreno della seconda in classifica, l’Isola Capo Rizzuto e allunga ancora, ora sono ben nove i punti di distacco dalle seconde. L’undici di Caligiuri dopo un primo quarto d’ora di gara piuttosto buono dove sembrava poter prendere in mano la gara, ha letteralmente regalato la restante mezz’ora della prima frazione all’undici di Galati. L’Isola ha sofferto soprattutto sulla linea mediana, dove a farne le spese è stata anche la difesa, nella quale Bruno Mercurio e Minutolo hanno cercato di limitare i danni. Al 18’ pt arriva il vantaggio ospite, Femia recupera palla in mediana, parte in velocità e serve in diagonale Leta, che arriva a tu per tu e non sbaglia la conclusione. L’Isola prova a reagire ma è sterile, Leone e compagni sembrano in una fase di intontimento, tanti i palloni persi e poche le azioni create. Poco dopo la mezz’ora Saffioti approfitta di un errore difensivo e mette in rete la palla del 2-0. I padroni di casa sentono la scossa e cercano di svegliarsi, Eseola prova in due occasioni a sfondare la difesa che è ben disposta in campo e difficile da superare. Ci pensa però Campagna, con un bolide da 35 metri, ad insaccare sotto l’incrocio dei pali un retropassaggio di Scuteri, Belcastro non può nulla ed è 1-2.  I giallorossi sembrano volerci provare ma nel momento migliore Bruno Mercurio devia in porta un cross teso di Leta, è autogol e squadra nuovamente sotto di due reti.

Nella ripresa l’Isola entra in campo con un piglio diverso, l’ingresso di Rocca prima e Filoramo dopo, danno più peso e velocità alla fase offensiva, ed è proprio sull’asse Filoramo-Rocca che nasce il 2-3, palla in profondità del classe ’95 e Rocca realizza con un tocco sotto. Da qui in poi è un monologo giallorosso, la squadra di Caligiuri si tuffa nella metà campo ospite, l’undici di Galati però sembra un muro invalicabile e si difende bene, finisce 2-3. Nel finale Filoramo subisce un brutto fallo, il direttore di gara però gli fischia fallo contro e il giovane non ci sta, vibranti proteste e cartellino rosso che ristabilisce la parità in campo dopo il rosso a Minici.

Lascia un commento

Scroll To Top