Roccabernarda sconfitto nettamente a Davoli. La classifica non è più buona, squadra senza mordente

Roccabernarda sconfitto nettamente a Davoli. La classifica non è più buona, squadra senza mordente

SPORTING DAVOLI-ROCCABERNARDA 2-0

SPORTING DAVOLI: Galeano, Vertua, Bassi De Masi, Simmarco, Condito, Bronzi, Gregoraci, Voci, Ciaccio (35’ st Parentela), Ranieri (dal 25’ st Crispino), Mercurio. In panchina: Talotta, Fiorentino, Crispino, Corapi, Gualtieri, Greco. Allenatore: Scorrano (squalificato).

ROCCABERNARDA: Perini, Barberio, Stefanizzi (dal 6’ st Pantisano), Stasi, Ferraro, Biagi, S. Vaccaro (dal 6’ st Galasso), Marrazzo. Rotundo. Fabiano, Astorino. In panchina: Pugliese, G. Vaccaro, Giovinazzo, Bonofiglio, Posella. Allenatore: De Rito.

ARBITRO: Signorelli di Paola (Assistenti: Sorrenti di Taurianova e Madeo di Rossano).

MARCATORI: 20’ pt Ciaccio, 29’ pt Ranieri

DAVOLI – Un altro capitombolo per la squadra del presidente Giuseppe Brittelli. Poco giustifica il fatto che si è giocato fuori casa a Davoli. Dopo le prime tre gare sembrava che la squadra crotonese più attrezzata delle 4 inserite in Promozione, fosse il Roccabernarda, invece nelle restanti tre partite ha collezionato soltanto un punto: 0-0 al San Vito contro la Promosport che ha fatto scattare il campanello d’allarme, anche perché il prossimo avversario è la capolista Trebisacce.

La squadra del Tacina, a Davoli, ha mostrato i suoi limiti: poco gioco, ma soprattutto poca determinazione e volontà, consentendo ai padroni di casa di mettere nel cassetto la sua prima vittoria stagionale già nella prima parte della gara. La fase di studio è durato più o meno un quarto d’ora senza che nessuna delle due squadre tentasse di affondare. Per vedere il primo tiro in porta bisogna attendere il 17’, quando Gregoraci impegna il portiere ospite. Tre minuti dopo i rocchisani si fanno sorprendere da Ciaccio che infila la palla nell’angolino basso, alla destra di Perini. Il gol dà fiducia ai padroni di casa anche perché il Roccabernarda non riesce a mettere in atto la dovuta reazione. Così il Davoli gioca con scioltezza e al 29’ raddoppia. Tiro da trenta metri di Ranieri che colpisce il palo interno alla sinistra del portiere e finisce in rete.

Nella ripresa De Rito, al 6’, fa entrare Pantisano al posto di Stefanizzi e Galasso al posto di S. Vaccaro. Il gioco degli ospiti pare diventare più fluido ma non sufficiente per bucare l’attenta difesa locale. Al 20’ il Davoli con Gregoraci tenta ancora di sorprendere Perini, ma il tiro supera di poco la traversa. Il Davoli continua con disinvoltura a gestire il vantaggio e al 38’ Gregoraci conquista un pallone entra in area, ma il suo tiro finale è centrale e Perini para. L’unica occasione degna nota per gli ospiti al 42’: calcio di punizione da fuori area che viene battuto da Stasi che impegna Galeano a respingere coi pugni. A fine gara, il presidente Pino Brittelli non nasconde la sua amarezza ma non accampa scuse se non quella che probabilmente è stato sottovalutato il Davoli, per la sua posizione in classifica, poi conclude: Il Davoli ha meritato ampiamente la vittoria, noi valuteremo il da farsi”.

Lascia un commento

Scroll To Top