Ritorna finalmente il calcio a Verzino! La nuova società ha come presidente Palmina Pontieri

Ritorna finalmente il calcio a Verzino! La nuova società ha come presidente Palmina Pontieri

La società biancorossa ritorna nel calcio giocato e parteciperà al campionato di Terza categoria, con la nuova denominazione di A.S.D Verzino. Due anni senza calcio, appunto, una lacuna troppo grande per una piazza come Verzino, abituata a campionati di Prima e Seconda categoria, società che ha scritto pagine importanti del calcio dilettantistico crotonese. Il primo a credere e ad incentivare tutti nel progetto è stato, Luigi Rizzo (storico giocatore del Verzino, ex Savelli e Real Casabona), che ha coinvolto i giovani del posto, l’amministrazione e i verzinesi.

Molto importante anche l’apporto dell’ amministrazione comunale e la forza di volontà del gruppo dirigenziale persone competenti e dedite al sacrificio, mix perfetto d’esperienza e di ragazzi. Gli scopi principali sono quelli di aggregare i ragazzi di Verzino, coinvolgendo anche quelli dei paesi limitrofi, soprattutto quelli di Savelli, al fine di creare qualcosa che possa durare nel tempo e anche quello di riportare la compagine verzinese ai fasti del passato.

La carica di presidente è stata affidata a Palmina Pontieri, prima donna presidente della storia del Verzino. L’allenatore è Salvatore Arcuri, storico allenatore del Verzino, molto apprezzato dagli addetti ai lavori, con un ottimo curriculum sia da allenatore che da calciatore. Mister Arcuri sarà una base importante per la costruzione e la crescita della squadra, in quanto tecnico preparato, esperto e competente. La rosa sarà formata da molti ragazzi locali con l’aggiunta di innesti di qualità dei paesi vicini e naturalmente membri della vecchia guardia come Frontera, Gentile e Arcuri (ex Pallagorio).

La società Verzino ha piazzato già colpi importanti sul mercato, infatti sono arrivati dal Real Casabona Luigi Rizzo, Antonio Rizzo ’81, Pasquale Spataro ed il portiere Mauro, e dalla Gioventù Savelli Mario Balsamo, Antonio Rizzo ’95, Vito Bevilacqua, Francesco Scalise ed il “portierino” Giuseppe Levato. Gente che ha sempre giocato in queste categorie anche con ottimi risultati . Siamo sicuri che da qui all’ inizio del campionato ci saranno ancora altri colpi di mercato, al fine di creare una squadra competitiva che possa dare filo da torcere a tutti. Senza tralasciare naturalmente l’aggregazione, cosa importante perché in piccole realtà come le nostre il calcio, può diventare motivo di sviluppo sociale.

Lascia un commento

Scroll To Top