Rimonta pazzesca dell’Isola Capo Rizzuto a Taurianova: sotto di due gol vince 3-2

Rimonta pazzesca dell’Isola Capo Rizzuto a Taurianova: sotto di due gol vince 3-2

TAURIANOVESE-ISOLA CAPO RIZZUTO 2-3

TAURIANOVESE: Spingola, Rottura, Se. Musumeci, Calomino (42’st Secondi), Guido, Sa. Musumeci, Alessi (24’st Sicari), Centenari, Carbone, Spataro, Garreffa. In panchina: El Makni, Venere, Barreca, Gioffrè, Fassari. All. Nava

POL.ISOLA CAPO RIZZUTO: Lamberti, Girasole, Scuteri, Viscomi, Minutolo, Bruno, Russo (34’st Filoramo), Ribecco (40’st Bergese), Covelli, Marano (30’st Errigo), Rizzo. In panchina: Petrellese, Caterisano, Tipaldi, Verrilli. All. Leone

ARBITRO: Pascarella di Nocera Inferiore; (ASSISTENTI: Maragò e Tino di Vibo).

MARCATORI: 28’pt Carbone (T); 9’st Spataro (T, rig.), 32’st Covelli, 37’st Scuteri (rig.), 44’st Covelli

NOTE: Spettatori 100 circa. Espulso al 37’st Guido (T) per condotta violenta. Ammoniti: Centenari, Spingola; Marano. Angoli: 0-7 per l’Isola. Recupero 1’pt; 5’st

 

 

TAURIANOVA (Rc): Spettacolare vittoria dell’Isola Capo Rizzuto in terra reggina, una partita stupenda, dominata, quasi persa ma poi vinta in maniera straordinaria ed emozionante. Una vittoria firmata dalla coppia Scuteri – Covelli: Un assist e un gol per il terzino, doppietta e rigore procurato per il bomber. E’ soprattutto però una vittoria di gruppo e di carattere, grazie anche alla fiducia che ha avuto mister Leone per tutta la durata dell’incontro. Il match ha visto un Isola votata all’attacco sin dai primi minuti, la difesa di casa ha però retto bene l’urto della devastante coppia Rizzo – Covelli, e le avanzate sulle corsie laterali di Scuteri e Marano.

Al 12’ Rizzo prova la conclusione da fuori ma Spingola para, al 14’ Scuteri metti in mezzo un gran pallone teso ma nessun compagno riesce ad approfittarne, 22’ Marano e Russo falliscono un azione da pochi passi. L’Isola spreca e la Taurianovese concretizza alla prima vera occasione, Carbone approfitta di un incertezza difensiva ospite e non sbaglia portando avanti i suoi, 1-0. L’Isola prova a tornare all’attacco ma la difesa della Taurianovese, col vantaggio acquisito, si compatta ancora di più e lascia ben pochi spazi.

Nel secondo tempo l’Isola ricomincia come aveva concluso il primo, all’attacco alla ricerca del pareggio, al 10’ arriva la beffa: Minutolo commette fallo su Carbone, il direttore di gara indica il dischetto e Spataro dagli undici metri spiazza Lamberti, 2-0 e partita che sembra chiusa. Sembra. L’Isola si sveglia prepotentemente e chiude i padroni di casa nella propria metà campo: Al 13’ Covelli si libera in area e da pochi passi calcia a botta sicura, deviazione straordinaria di Spingola; al 16’ Minutolo raccoglie un cross di Ribecco e di testa colpisce la traversa. La formazione ospite non ci sta proprio a perdere, mister Leone mette in campo forze fresche e vara un modulo più offensivo. Al 18’ è Russo a trovare ancora la parata di Spingola, mentre al 26’ Marano e Rizzo in area vengono anticipati dalla difesa nel momento più bello, al 27’ dagli sviluppi di un angolo Minutolo manda alto di poco. Al 32’ si riaccendono le speranze, il nuovo entrato Errigo si defila sulla corsia laterale e mette in mezzo un preciso pallone che trova la testa di Covelli, il bomber non sbaglia, 2-1. Al 37’ è lo stesso Covelli a procurarsi un calcio di rigore che lo specialista Scuteri trasforma con freddezza, 2-2. Pochi secondi dopo il pareggio la Taurianovese resta in dieci per un brutto gesto a gioco fermo da parte di Guido nei confronti di Covelli, schiaffo che l’arbitro vede e non esita a mostrare il cartellino rosso al difensore di casa. La Taurianovese perde un perno della difesa e uno dei sui migliori uomini, l’Isola a questo punto ci crede ancora di più.

Nell’ultimo giro di orologio Scuteri si rende protagonista di una grande azione personale sull’out di sinistra, palla in mezzo e tocco decisivo di Covelli, 2-3 ed esplosione di gioia della panchina ospite. La rimonta è completata, tre gol in dodici minuti e l’Isola resta ancora attaccata alla speranza, sempre più remota, di agganciare il secondo posto. Questa vittoria conferma la solidità di questo gruppo.

 

Lascia un commento

Scroll To Top