Recupero, la Castellese rifila un poker all’Altilia e si rilancia per posizioni importanti

Recupero, la Castellese rifila un poker all’Altilia e si rilancia per posizioni importanti

(nella foto la rete su rigore di Chiodo)

CASTELLESE-ALTILIA 4-0

CASTELLESE: Bilotta, Ventura (10’st Marra), Pugliese (28’st Muratori), Ant. Leone (35’ st Muratori), Gigliarano, Giaquinta, Chiodo, V. Paparo, Guareri (35’st Liserra), Franco (5’ st G. Paparo), Ale. Leone (30’ st Liò). In panchina: Talarico, Vallone, Liserra. Allenatore: Bartone

ALTILIA: Vona, Guarascio, F. De Simone, D. Biafora (1’ st C. Biafora), Gabriele, Rocca, Schipani (10’ st E. De Simone), Trocino (5’ st Barone), Lidonnici, Toscano, Etna. Allenatore: Frandina

ARBITRO: Lumastro di Crotone

MARCATORI: 35’ pt Chiodo (rig.), 1’ st Ale. Leone, 16’ st Guareri, 32’ st Guareri

LE CASTELLA (Kr) – Straordinaria affermazione della nuova Castellese targata Enzo Piperis, la squadra si esprime bene e trova finalmente la via del gol contro un Altilia apparso onestamente poca cosa, ma che ha comunque disputato un buon primo tempo. Un partita caratterizzata da un forte vento che nella prima frazione di gioco ha soffiato a favore degli ospiti che non sono riusciti a sfruttarlo, mentre i padroni di casa, nonostante il vento a sfavore sono riusciti a rendersi più volte pericolosi, sciupando il vantaggio in almeno tre occasioni.

Ci vuole un calcio di rigore, assegnato dal sempre attento Emilio Lumastro, per sbloccare la partita e soprattutto sbloccare la Castellese sotto porta che al 35’ trova così il vantaggio con Chiodo che realizza il penalty. Nella ripresa col vento in poppa la Castellese dilaga e si diverte, già dopo un minuto è Alessandro Leone a battere un incolpevole Vona ed è 2-0. La squadra di casa sciupa ancora tanto e trova il tris poco dopo il quarto d’ora con Guareri, che prima si fa deviare da Vona un tiro ravvicinato e poi sulla ribattuta col portiere ancora a terra, deposita in rete il 3-0.

Alla mezzora lo stesso Guareri firma il poker con uno straordinario gol dalla distanza, un tiro a giro che inganna il portiere e si insacca sotto l’incrocio dei pali. Poi in almeno tre occasioni, con Muratori, Chiodo e Paparo, la Castellese manca il quinto gol. Finisce così 4-0 e ora il primo posto dista solo tre punti, domenica sfida proprio in casa della capolista Santa Severina.

Lascia un commento

Scroll To Top