Recupero, Cotronei e Scalea non si fanno male. Risultato ad occhiali al “Comunale”

Recupero, Cotronei e Scalea non si fanno male. Risultato ad occhiali al “Comunale”

(nella foto l’entrata in campo delle due squadre)

COTRONEI 1994-SCALEA 0-0

COTRONEI 1994: G. De Gennaro 7,5, Pizzari 6,5, Rosi 6,5, Lorecchio 6,5, Ruga 6,5 (20’ st Lappanese sv, 29’ st C. De Gennaro 6), Olivo 6,5, Vona 6,5 (45’ st Corigliano sv), Orlando 7, Danti 6,5, Rotundo 6,5, Astorino 6,5.  In panchina: Timpano, S. Trapasso, A. Trapasso, Stumpo. Allenatore: F. Trapasso 7

SCALEA: Adornetto 6, Oliva 6,5, Marotta 6, Petrillo 6,5, Grasso 6, Chemio 6, Piccirillo 6, Casella 6,5, Tufo 6 (14’ st Mandarano 6), Esposito 7 (24’ st Cesareo 6), Coppola 6 (15’ st Faviri 6). In panchina: Tiesi, Scoglio, Gallo, Palladino. Allenatore: Carnevale 6,5

ARBITRO: Sportelli di Lamezia Terme 6 (assistenti: Cavallini e De Chiara di Rossano)

COTRONEI (Kr) – Continua la striscia positiva del Cotronei dell’era Trapasso che con il pareggio a reti bianche contro lo Scalea conquista l’ottavo risultato utile consecutivo (4 vittorie e 4 pareggi). Mentre, gli scaleoti conquistano un punto che vale l’aggancio alla Luzzese al quinto posto in classifica, ultima posizione valida per un eventuale spareggio promozione. Anche per i ragazzi di Carnevale continua il momento positivo, visto che con il pareggio al “Comunale” sono sette le partite di fila senza sconfitte. Entrambe le squadre entrano in campo per centrare la vittoria e i padroni di casa sono subito pericolosi prima con il fantasista Orlando direttamente da calcio piazzato e poi con Lorecchio, che dopo aver fatto fuori un paio di avversari, spara addosso ad Adornetto. Dopo aver subito l’avvio spumeggiante dei locali, lo Scalea ci prova, ma un super De Gennaro dice di no prima ad Esposito da distanza ravvicinata e poi a Piccirillo in due tempi. Prima dell’intervallo si riaffaccia in avanti il Cotronei, ma Ardonetto è provvidenziale su una conclusione ben calibrata di Orlando. Termina così la prima frazione di gioco con le squadre che regalano tante emozioni e un bel gioco agli spettatori accorsi sugli spalti.

Nella ripresa le squadre calano il ritmo e le occasioni si contano sulle dita di una mano, vuoi per la stanchezza e vuoi per l’importanza della posta in palio. L’unico brivido lo regala Danti alla mezz’ora della ripresa, ma l’estremo difensore ospite non si fa sorprendere. La partita scivola via fino al 90’ e l’arbitro Sportelli di Lamezia Terme non può far altro che decretare la fine del match, con le due squadre già proiettate alle sfide di domenica. I giallorossi del presidente Alessio saranno impegnati nuovamente tra le mura amiche contro la capolista Torretta. Mentre, i cosentini avranno una sfida più abbordabile, almeno sulla carta, contro il Grimaldi.

Lascia un commento

Scroll To Top