Real Fondo Gesù-Sofome, tabellino e commento del match

Real Fondo Gesù-Sofome, tabellino e commento del match

(nella foto Antonio Serravalle, il match-winner)

REAL FONDO GESU’-SOFOME 0-1

REAL FONDO GESU’: Gerace, Crescente, Giardina, Rienzi, Cosco, Bruno, Colosimo, Verardi, Carbone, Minarchi, Liviera. In panchina: Oliverio, Galizia, Provenzano, Gareri, Carbone, Ravenna. All. Villirillo.

SOFOME: Ceraudo; Peluso, Ruberto, A. Bubba, Rocca; Cropanese, M. Castagnino, Ferrazzo, F. Lavigna; Aiello, Serravalle. In panchina: R. Castagnino, Bruno, Comberiati, N. Bubba , Statti, D. Lavigna, Mauro. All. Ruberto.

ARBITRO: Giovanni Luzzi di Rossano.

MARCATORE: 9’ pt Serravalle

 

Vince, si prende il primato e per festeggiare dona il sangue. Questo in breve il week end del Sofome, squadra petilina di Terza categoria che, battendo il Real Fondo Gesù a domicilio nell’anticipo del sabato, si è preso la vetta della classifica proprio a discapito dei crotonesi. In cima c’è anche il Cirò Marina di mister Dario Salerno ma con una partita in più rispetto ai petilini. La partitissima di giornata si gioca al comunale di Tufolo davanti al pubblico delle grandi occasioni da ambo le parti.

Il fischio d’inizio arriva puntale e nei primi minuti è il Sofome a gestire meglio la partita. Al 9’ infatti arriva il vantaggio ospite: Lavigna scende rapido sulla corsia laterale, palla in mezzo per Aiello che di prima intenzione serve Serravalle che da buona posizione non sbaglia. Settimo sigillo in stagione per l’attaccante petilino. Intorno alla mezz’ora Aiello ha sulla testa la palla del possibile 0-2 ma trova la grande risposta di Gerace, giovane portierino classe 2000. Il primo tempo senza altri particolari sussulti.

Nella ripresa il Fondo Gesù prova l’assalto ma l’ottima difesa ospite, guidato da capitan Bubba, risponde colpo su colpo e resiste fino al triplice fischio, non a caso si tratta della miglior retroguardia del torneo con un solo gol subito fino ad ora. In pieno recupero, però, l’occasione ghiotta del pareggio viene fallita viene fallita da pochi passi da un calciatore locale che spedisce alto. Finisce 0-1. Il giorno successivo l’intera squadra si reca al punto mobile Avis, organizzato dall’associazione Berascit di Foresta in sintonia con l’Avis di Petilia Policastro, per effettuare la propria donazione di sangue. Vincenti e generosi.

Lascia un commento

Scroll To Top