Real Fondo Gesù, che batosta dal giudice sportivo!

Real Fondo Gesù, che batosta dal giudice sportivo!

Riportiamo lo stralcio del comunicato del giudice sportivo di Catanzaro:

DELIBERE
Gara del 9/ 3/2019 REAL FONDO GESU – CARAFFA

Il Giudice Sportivo Territoriale, dall’esame degli atti ufficiali rileva quanto segue. Al 45′ del 2º tempo, dopo aver convalidato una rete realizzata dalla Società Caraffa, l’arbitro è stato accerchiato da diversi calciatori della Società Real Fondo Gesù; tra di essi ha individuato il calciatore Pugliese Leopoldo, che gli ha rivolto ingiurie e minacce, ed il calciatore Arcuri Salvatore, che, afferrandolo dal petto e minacciandolo, lo ha strattonato con violenza.

Contemporaneamente è entrata nel terreno di gioco una persona che all’inizio del 2º tempo l’arbitro aveva allontanato dal recinto di gioco in quanto non elencata in distinta; detta persona si è avvicinata al direttore di gara e lo ha colpito con un violento pugno all’altezza dell’occhio sinistro provocandogli forte dolore ed annebbiamento della vista, mentre i calciatori del Real Fondo Gesù, Pugliese Leopoldo e Federico Corinno, incitavano l’aggressore a colpire.

L’arbitro è riuscito a sottrarsi sul momento ad ulteriori atti di violenza perché aiutato dal Commissario di Campo e da un’altra persona estranea; ha poi notato che da un cancello laterale sono entrate in campo altre tre persone che indossavano la tuta del Real Fondo Gesù, le quali lo hanno pesantemente minacciato e spintonato. Altre violenti spinte il direttore di gara ha subito dall’assistente dell’arbitro Rizzo Nicola ed anche il dirigente accompagnatore ufficiale della squadra, Veraldi Ferdinando, lo ha offeso e minacciato, oltre che spintonato. In sostanza tra i tesserati della Società Real Fondo Gesù elencati in distinta, solo il calciatore Felicetti Matteo ha cercato di soccorrere l’arbitro accompagnandolo verso gli spogliatoi dopo l’aggressione subita.

Durante il percorso Pugliese Leopoldo ha inoltre tentato di colpire l’arbitro calciando con violenza il pallone contro di lui. Negli spogliatoi l’arbitro si è reso conto di non essere nelle condizioni psico-fisiche idonee per proseguire nella direzione della gara, per cui ha sospeso definitivamente la stessa. Successivamente, aumentando il dolore all’occhio colpito, una volta rientrato in sede si è recato presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale di Corigliano-Rossano, dove gli è stato diagnosticato un “trauma occhio sx con iperemia congiuntivale e piccole abrasioni corneali”, con prognosi di gg.7.

L’arbitro precisa che in seguito ha potuto identificare con assoluta certezza l’aggressore nella persona del calciatore del Real Fondo Gesù, Porto Jonathan, il quale non era in distinta perché squalificato per una gara. Tale identificazione è confermata con altrettanta certezza nel rapporto del Commissario di Campo. Da tale rapporto emerge, inoltre, che diversi tesserati del Real Fondo Gesù hanno tenuto comportamento irriguardoso ed intimidatorio nei confronti dello stesso Commissario di campo, il quale, peraltro, ha rischiato di subire atti di violenza da parte dell’aggressore dell’arbitro.

Tutto ciò premesso, considerato che la responsabilità per l’irregolare conclusione della gara è da attribuirsi alla Società Real Fondo Gesù;

considerate le responsabilità dei singoli tesserati e del capitano della squadra che nulla ha fatto per proteggere l’arbitro e frenare le intemperanze dei propri compagni;

considerata, altresì, la responsabilità della società Real Fondo Gesù per l’ingresso e il comportamento nel recinto di gioco di persone estranee e per non aver richiesto la presenza delle Forza Pubblica in occasione della gara;

Visti gli art. 11Bis, 17, 18 e 19 del C.G.S., nonchè l’art. 73 delle N.O.I.F. con la precisazione che le suddette sanzioni vanno considerate ai fini dell’applicazione delle misure amministrative come previste dall’art.16 comma 4 bis del Codice di Giustizia Sportiva nel testo approvato dal Consiglio Federale della FIGC (C.U.n.256/A del 27.1.2016); dispone

1. di infliggere alla Società Real Fondo Gesù la punizione sportiva della perdita della gara col punteggio di 0 – 3 e l’ammenda di E. 80,00;

2. di squalificare il campo di gioco della Società Real Fondo Gesù per UNA GARA EFFETTIVA;

3. di squalificare il calciatore Porto Jonathan (Real Fondo Gesù) fino al 31 MAGGIO 2023;

4. di inibire i dirigenti Sig. Verardi Ferdinando (accomp. Ufficiale Real Fondo Gesù) e Sig. Rizza Nicola(assistente dell’arbitro Real Fondo Gesù) fino al 15 LUGLIO 2019;

5. di squalificare il calciatore Pugliese Leopoldo (Real Fondo Gesù) per NOVE GARE EFFETTIVE;

6. di squalificare il calciatore Arcuri Salvatore (Real Fondo Gesù) per SEI GARE EFFETTIVE;

7. di squalificare il calciatore Federico Corinno (Real Fondo Gesù) per QUATTRO GARE EFFETTIVE;

8. di squalificare il calciatore Riga Carmine (Capitano del Real Fondo Gesù) per TRE gare effettive.

Lascia un commento

Scroll To Top