Quinto memorial Francesco e Steve: grande emozione per ricordare i due ragazzi strongolesi

Quinto memorial Francesco e Steve: grande emozione per ricordare i due ragazzi strongolesi

Anche quest’anno Lillino Iurato non ha voluto lasciare nulla al caso per l’organizzazione del memorial “Francesco e Steve”, dedicato ai due ragazzi di Strongoli che hanno perso premutaramente la vita in un incidente stradale cinque anni fa. Francesco Iurato e Steve Chiarotti sono ancora ricordati con grande emozione ed affetto da tutti i loro parenti ed amici che, ogni anno, li ricordano al campo comunale di Strongoli.

Come da tradizione, anche la quinta edizione si è articolata in quadrangolare, con la Polisportiva Strongoli, il Pallagorio, l’As Cotronei 1962 e l’Fc Crotone presente con una squadra giovanile. Per la cronaca il torneo è stato vinto dallo Strongoli che in finale ha battuto il Pallagorio ma, come ha sottolineato Lillino Iurato “a vincere sono stati tutti i presenti”.

Tra questi anche il responsabile del settore giovanile del Crotone Antonio Galardo, il nuovo presidente della sezione arbitri di Crotone Pino Natale Colella, ed il sindaco di Strongoli Michele Laurenzano. Alla fine del torneo la cerimonia di premiazione. Come sempre molto toccante il discorso di Lillino Iurato, padre di Francesco, che ha parlato a nome della sua famiglia e di quella di Steve Chiarotti.

Una atmosfera di grande compostezza, dignità e amicizia, un appuntamento che in particolare Lillino Iurato, presidente dimissionario della Polisportiva Strongoli, sta portando avanti con immutata determinazione. Presente come ogni anno il presidente del Pallagorio Franco Pontieri, squadra nella quale militò con grande entusiasmo Francesco Iurato. Quest’anno presente di persona anche il presidente del Cotronei 1962 Giuseppe Loria, che ha potuto omaggiare come lo scorso anno con un pensiero floreale le mamme di Francesco e Steve.

Targhe ricordo anche per gli arbitri che hanno partecipato al memorial, oltre che al presidente Colella, ed a crotonesport.com che segue come ogni anno con tanto affetto questo memorial. Infine, il consueto ringraziamento alla nonna di Francesco Iurato, che con la sua presenza su un campo di calcio, lei che il calcio non lo segue, dimostra quanto possa essere vivo e presente il ricordo di questi due giovani, ingiustamente strappati alle proprie vite ed ai propri affetti.

Iurato Galardo Rogliano al memorial Iurato 4 luglio 2016

Iurato con Colella e gli arbitri al memorial 4 luglio 2016 2

Lascia un commento

Scroll To Top