Puliverde Crotone, sconfitta di misura in casa del Terranova

Puliverde Crotone, sconfitta di misura in casa del Terranova

(nella foto Alessandro Fiorenza)

AMATORI TERRANOVA-PULIVERDE CROTONE 22-21

AMATORI TERRANOVA: Rimoli, Scirrotta 6, A. Pugliese 1, Corso 7, Di Marco 6, Parrotta, La Froscia, Russo 2, G. La Fontana, De Rosa, Smiriglia, Scarpelli, Perrone, F. La Fontana, E. Pugliese.

PULIVERDE CROTONE: Cortese, Pedullà 9, Perri 6, Mariano, Calabrò, Fiorenza 2, Gentile, Lonetto 3, Malerba, Lo Guarro, Nesputo, Liotti 1, Calabrese. Allenatore: Cusato-Liviera

ARBITRO: Scalici di Cosenza

TERRANOVA DA SIBARI (Cs) -Non è bastata a un’ottima e giovanissima Puliverde Crotone una grande prova per uscire dal nuovo palazzetto di Terranova da Sibari con un risultato positivo. I rossoblù hanno tanto da recriminare perché sono rimasti in partita per tutto il tempo nonostante cinque minuti di black out mentale, tre rigori sbagliati e l’espulsione di Mariano che ha costretto la squadra a giocare con un uomo in meno negli ultimi minuti.

La partita è rimasta in equilibrio per tutta la sua durata, lo dimostra il punteggio molto basso, e la Puliverde non ha avuto la lucidità e l’esperienza per portare a casa una vittoria fondamentale. Come era facile aspettarsi l’agonismo è stato molto alto e si è giocato un incontro maschio, senza esclusione di colpi a volte anche al limite del regolamento. Ottima la fase difensiva della Puliverde che ha concesso davvero poco e con un Cortese in porta che ha parato quello che ha potuto.

Meno bene in attacco. In questa fase il Crotone a volte è stato troppo precipitoso ed in alcune occasioni ha sprecato palloni importanti. I rossoblù, seppur di un gol, hanno chiuso il primo tempo in vantaggio, ma avrebbero dovuto chiudere con un parziale migliore. Nella seconda frazione di gioco le squadre si sono sostanzialmente equivalse, così come nella prima. Il Terranova però molto più esperto e sostenuto dal suo pubblico ha mantenuto la giusta freddezza nei momenti cruciali dell’incontro, cosa che invece non è riuscito a fare il Crotone che probabilmente in quel frangente ha perso la partita.

A nulla sono valsi i consigli dati dalla panchina crotonese, i ragazzi in campo non sono riusciti a stare tranquilli e giocare una buona pallamano. I padroni di casa sono andati in vantaggio e la Puliverde, più con il cuore che con la testa e la tecnica, è rimasta aggrappata all’incontro ma ha sbagliato troppo ed il Terranova seppur con qualche brivido ha portato a casa i tre punti. Probabilmente il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto. I due tecnici però possono ritenersi soddisfatti perché il divario con il Terranova si sta riducendo. La partita di sabato ne è il più chiaro segnale, anche se c’è qualcosa da recriminare. C’è da lavorare sulla testa dei ragazzi che hanno dimostrato ancora una certa inesperienza. Adesso pausa natalizia, il campionato riprenderà l’undici gennaio con la trasferta di Reggio Calabria.

Lascia un commento

Scroll To Top