Provolley Crotone, altra brutta sconfitta. A Praia la squadra è stata inguardabile

Provolley Crotone, altra brutta sconfitta. A Praia la squadra è stata inguardabile

POLISPORTIVA SPES PRAIA-PROVOLLEY 3-0
(Parziali set: 25-13, 25-14, 25-15)

POLISPORTIVA SPES PRAIA: Bevilacqua, Borrelli, Cicero, Esposito, Imbelloni, Modica, Novelli, Oliva, Orlando. Allenatore: Borrelli.

PROVOLLEY KR: Calabretta, Celico, Condina, Falbo (Libero), Frangiamore, Pelaia, Riganello, Santoro. Allenatore: S. Celico.

CLASSIFICA: La Pietra Volley 24, Elio Group 23, San Vincenzo 21, Gls Montalto 17, Polisportiva Spes Praia 16, Lu.Ca. Volley 16, Pallavolo Milani 13, Scuola Volley Paola 9, Corigliano 9, Mymamy Sbarre 8, Tonno Callipo 3, Provolley 2, Bet Volley 1.

Ancora una sconfitta per la Provolley Crotone che non riesce a ritrovarsi e incamera un’altra battuta d’arresto. Una sconfitta che ci può anche stare visto che è maturata contro una formazione più quotata come quella della Spes di Praia a Mare, quello che però non è andato giù all’allenatore crotonese Salvatore Celico è il modo con il quale la squadra ha perso. Di fatto la Provolley non è mai stata in partita subendo parziali piuttosto pesanti che hanno fatto terminare la gara in poco più di un’ora. I crotonesi devono assolutamente ritrovarsi se vorranno fare strada nel torneo, tutti sapevano che sarebbe stato un campionato di sofferenza ma bisogna lavorare duramente anche nel corso della settimana per iniziare a raccogliere qualche frutto, non solo in termini di risultati ma anche di miglioramento dei singoli e di conseguenza di gruppo.

La sconfitta non è stata digerita da Celico secondo il quale “molti ancora non hanno l’atteggiamento giusto“. Per l’allenatore pitagorico “quello di quest’anno è un campionato di un livello non altissimo in cui la Provolley avrebbe dovuto sicuramente raccogliere qualche punto in più visto che fino ad ora si è trovata di fronte diversi avversari alla portata“.

Celico quindi striglia i suoi, nella speranza di rivederli già nel corso degli allenamenti più motivati e convinti. La gara del fine settimana infatti si costruisce la domenica e anche in palestra l’atteggiamento deve essere positivo altrimenti diventa dura per tutti. Già per la prossima gara ci si aspetta delle risposte precise, al di là del risultato ciò che conta sarà l’atteggiamento con il quale la squadra scenderà in campo e la voglia di fare bene, in fondo i gap tecnici possono essere colmati esclusivamente con la giusta determinazione e il carattere in questo momento la Provolley deve riscoprire.

Lascia un commento

Scroll To Top