Prova di carattere e solidità del Cutro: buon pareggio in casa del Trebisacce

Prova di carattere e solidità del Cutro: buon pareggio in casa del Trebisacce

TREBISACCE-CUTRO 0-0

TREBISACCE: Vitale, Vignieri, La Teano, Ferraro, Pastore, Vitiritti (dal 12’ st Maio), Zangaro (dal 28’ st Granata), Bellitta, Galantucci, Naglieri, Salerno (dal 21’ st Abenante). In panchina: Palumbo, De Simone, Belardo, Dahmani. Allenatore: Pacino.

CUTRO: Sesito, Stirparo, Liperoti, Garofalo, Paonessa, Maione, Tambaro, Balsamo, Aracri, Aiello, Brugnano. In panchina: Russo, Vasapollo, Fazzolari. Allenatore: Vanzetto.

ARBITRO: Russo di Torre Annunziata (assistenti I. De Bartolo e G. De Bartolo di Cosenza).

ESPULSO: 43’ st Pastore (T).

AMMONITI: Garofalo (C), Naglieri (T), Liperoti (C), La Teano (T), Paonessa (C).

 

Pur privo di tanti titolari, quali Squillace, Percopo, Scalese e Santaguida, il Cutro ottiene un pareggio prezioso sul difficile campo del Trebisacce. Non era per niente facile, visto che la squadra giallorossa ha vinto quasi tutte le gare giocate sul proprio campo, e si trova a ridosso della zona playoff. I cutresi hanno mostrato grande grinta e organizzazione, con una squadra imbottita di giovani che ha tenuto testa sin dalle prime battute di gioco.

È stata una gara prettamente difensiva quella dei biancoazzurri, che escono a testa alta da questo confronto, ma che ora dovranno interrogarsi su quale futuro li aspetta. La situazione dell’As Cutro non è per niente facile, la società a livello economico è in sofferenza, soprattutto a causa della questione campo sportivo. Circolano con insistenza voci di mercato in uscita, ma noi ci auguriamo che questa splendida dirigenza, capace di fare grandi cose in questi anni, riesca a tirare fuori la propria grande passione per salvare stagione e titolo sportivo. La competenza in ambito calcistico di questa piazza è fuori discussione, e c’è da sperare che possano essere superate le difficoltà create da enti esterni.

Lascia un commento

Scroll To Top