Pro Mesoraca, sconfitta pesante. Il Prasar nella ripresa mette la freccia e piazza il tris

Pro Mesoraca, sconfitta pesante. Il Prasar nella ripresa mette la freccia e piazza il tris

(nella foto una formazione del Prasar di Tiriolo)

PRO MESORACA-PRASAR 0-3

PRO MESORACA: Pallone, Ferrazzo (21′ st Statti), C. Ruberto I, Barletta (16′ st C. Ruberto II), Gentile (27′ st Marrazzo), Arm. Foresta, Londino, Marino, G. Sirianni, Giglio, Vescio. Allenatore: S. Sirianni

PRASAR: Procopio, Leone, Maiorana, Arabia, Capicotto, Caroleo, De Sio (45′ st Celano), Giuliano, Larosa, Soluri (38′ st Nisticò), A. Mauro. Allenatore: Lanciano

ARBITRO: Ranieri di Soverato

MARCATORI: 9′ st Soluri, 35′ st Giuliano, 42′ st A. Mauro

MESORACA (Kr) – Inattesa e grave battuta d’arresto per la Pro Mesoraca che con questa sconfitta complica maledettamente la sua classifica. Questo recupero doveva dare continuità al cambio di marcia fatto registrare nelle ultime partite ed invece si è trasformato in una disfatta che può provocare danni incalcolabili. L’idea di una salvezza diretta è ormai abbandonata e adesso è rimasta soltanto la possibilità, davvero molto remota, di una favorevole posizione nella griglia play-out.

Una gara inguardabile da parte dei padroni di casa che dovevano avere motivazioni da vendere ed invece sono stati travolti da una Prasar di gran lunga superiore sotto tutti i punti di vista. Primo tempo giocato all’insegna della nullità con le due squadre incapaci di offendere e con il taccuino del cronista completamente vuoto di appunti.

Ripresa sicuramente più vivace e con un inizio promettente per i locali che si propongono in attacco al 2′ con Gentile che di testa manda di poco alto su angolo battuto da Giglio e al 4′ con G. Sirianni che da fuori sfiora l’incrocio dei pali. Poi al 9′, dopo grave errore difensivo, gli ospiti vanno in vantaggio con Soluri ben servito da Larosa. E’ la fine perché La Pro Mesoraca mostra segni evidenti di stanchezza fisica, mentre gli ospiti appaiono in grande spolvero. Al 35′ arriva il raddoppio ad opera di Giuliano e al 42′ A. Mauro mette il sigillo definitivo ad una gara che lascia interdetti e confusi.

Lascia un commento

Scroll To Top