Prima gioia per la Provolley Crotone! Contro il Pizzo è una formalità

Prima gioia per la Provolley Crotone! Contro il Pizzo è una formalità

(nella foto Giuseppe Scida, alla sua ultima partita stagionale)

L.C. PROVOLLEY CROTONE-NUOVA VOLOMEN PIZZO 3-0
(Parziali: 25-9; 25-16; 25-23)

L.C. PROVOLLEY CROTONE: Adamo, Alfieri, Celico S., Condina, Longo, Manica, Marasco, Riga, Scida (C), Tucci, Vrenna, Calvo (L1), Gallo (L2). Allenatore: Celico G.

NUOVA VOLOMEN PIZZO: Addesi, Bonanno, De Caria (C), Di Bruni, Di Leo, Dridi, Simoncelli, Valente, Donato (L).

ARBITRI: Ruggiero Rosario di Cutro

NOTE: Durata: 1h 05m

La Provolley Crotone inizia a muovere la propria classifica battendo al PalaMilone la Nuova Volomen Pizzo con un 3-0 senza repliche. Divario netto tra le due formazioni con i pitagorici che doffrono davvero poco per portare a casa i primi tre punti del campionato, lasciandosi alle spalle proprio i napitini oltre che la LU.CA Volley RC e, soprattutto, la Volley Roccella, prossima avversaria dei ragazzi di Mister Celico.
I crotonesi arrivano alla sfida contro Pizzo con la rosa praticamente al completo fatta eccezione per l’assenza di Ricciardi; le indiscrezioni della vigilia vengono confermate con capitan Scida spostato in posto 4 per confermare al centro Longo e Riga che finora si sono ben comportati; in diagonale con il capitano crotonese c’è la conferma di Manica e Calvo viene spostato nel ruolo di libero; confermati anche Alfieri palleggiatore e Tucci opposto; inizialmente panchina per Marasco e Salvatore Celico.
Gli ospiti, invece, sbarcano a Crotone in formazione rimaneggiata: Simoncelli è il palleggiatore; sulla sua diagonale è Bonanno a giocare da opposto con De Caria e Di Bruni schiacciatori; Addesi e Di Leo sono i centrali; Donato libero.

Primo set senza storia; la Provolley Crotone sa di non poter fallire e deve riscattare la brutta prestazione di sette giorni prima a Castrovillari; l’equilibrio si spezza subito; sul punteggio di 4-5 è capitan Scida ad andare al servizio; i ragazzi di Pizzo vanno in grave crisi in ricezione e il parziale in favore della Provolley dice +12 e punteggio che va sul 16-5; set compromesso ormai per la Nuova Volomen e il finale dice Provolley 25 – Pizzo 9.

Nel secondo set le due formazioni vengono confermate; gli ospiti provano la reazione e si portano subito avanti con il massimo vantaggio di +4 sul punteggio di 3-7; da qui in poi la Provolley si risveglia con Tucci al servizio prima e Scida poi riportandosi avanti; in casa Provolley la ricezione con Calvo e Manica ad aiutare Scida funziona bene; ne trae vantaggio il gioco del palleggiatore Boram Alfieri che non da punti di riferimento al muro avversario, tenendo tutti i propri compagni d’attacco sempre caldi; al centro Longo e Riga non vengono mai murati e rappresentano la vera spina nel fianco per il Pizzo; Scida e Tucci con tutta la loro esperienza non sbagliano un colpo. La Provolley porta a casa con facilità anche il secondo set con il punteggio di 25-16 e vede avvicinarsi una vittoria importante.

Il terzo set, però, è sempre il più complicato per chi è in vantaggio 2-0; i cali di tensione e la voglia di riscatto della squadra che è in svantaggio sono fattori che spesso rendono difficile affrontare l’ultimo parziale di gioco; mister Celico, per evitare un rilassamento dei propri uomini mischia un po’ le carte; fuori Longo; Scida viene riportato al centro e in posto 4 entra Marasco. Il cambio ha il merito di tenere i crotonesi attaccati mentalmente alla partita; la voglia di Marasco di mettersi in mostra fa la differenza; tutto sembra facile ma i pitagorici rischiano di rovinarsi la festa facendosi rimontare dal 24-19 fino al 24-23; ma alla fine con il punteggio di 25-23 si chiude il terzo set e la gara.

Mister Celico ora deve fare i conti con una squadra finalmente carica per la vittoria conquistata ma allo stesso tempo deve far tornare i propri ragazzi con i piedi per terra perché la vittoria contro Pizzo è stata solo una formalità; il difficile arriva adesso, già da domenica prossima quando la Provolley sarà di scena a Roccella contro un’altra formazione alla pari degli uomini del Presidente Riga. Da segnalare nel terzo set sul punteggio di 24-19 la standing ovation regalata al capitano della Provolley Giuseppe Scida il quale, per motivi di lavoro, ha concluso la sua stagione agonistica; a lui va un grosso in bocca al lupo e un arrivederci al più presto.

CLICCA QUI per vedere la classifica.

Lascia un commento

Scroll To Top