Polisportiva Isola Capo Rizzuto, che successo a Gallico! Decide Marano, i reggini sbagliano un rigore

Polisportiva Isola Capo Rizzuto, che successo a Gallico! Decide Marano, i reggini sbagliano un rigore

(nella foto uno strepitoso Pullano)

GALLICO CATONA-POL. ISOLA CAPO RIZZUTO 0-1

GALLICO CATONA: Barillà, Musarella, Assomma, Casisa, Oliveri, Calarco, Sabella, Conti, Scariolo, Penna, Pellegrino. In panchina: Chisari, Marcianò, Ferrato, Lacava. Allenatore: De Leo.

POL. ISOLA CAPO RIZZUTO: Pullano, Girasole, Scuteri, Ribecco, Deffo, Ferraro, Tipaldi, Gatto, Covelli, Marano, Richella. In panchina: Lamberti, Rijitano, Siciliano, Cosentino. Allenatore: Leone.

ARBITRO: Sanzo di Agrigento(Cozza – Pate di Paola).

MARCATORE: 17’ pt Marano.

NOTE: Spettatori 200 circa. Al 30’ st Espulso Oliveri (G) per doppia ammonizione. Al 35’ st allontanato il tecnico di casa De Leo. Al 5’ st Conti (G) fallisce un calcio di rigore. Ammoniti: Tipaldi, Covelli, Marano, Richella (I); Musarella, Oliveri, Calarco, Sabella, Casisa, Conti. Recupero 1’pt; 5’st. Angoli 10-5 per il Gallico.

 

 

GALLICO (Rc): Vittoria sofferta ed importante per l’Isola Capo Rizzuto nello scontro diretto in casa del Gallico Catona, tre punti che permetto ai giallorossi di mister Carmine Leone di staccarsi in classifica dal resto del gruppo e portarsi al secondo posto in solitaria. Non si ferma invece la corsa dello Scalea che batte il Sersale e resta al comando a cinque punti di distanza. Gallico Catona – Isola, due squadre che hanno un solo obiettivo per non perdere altro terreno, vincere.

La partita si mette sui binari giusti per gli ospiti che già nei primi minuti provano a sfondare con Marano e Richella. E’ il preludio al gol che arriva al 17’, bell’azione sull’out di sinistra da parte del capitano Scuteri, palla in mezzo e zampata vincente di Marano che anticipa Assomma e batte Barillà. La risposta dei padroni di casa non si fa attendere e tre minuti più tardi Pellegrino ci prova da distanza ravvicinata, Pullano è attento e devia in corner. La partita diventa maschia, tanti falli in mezzo al campo, nel frattempo l’Isola si difende bene mentre il Catona batte una serie di calci d’angolo.Al 37’ Scuteri mette in mezzo un pallone teso e pericoloso, Covelli manca di poco la deviazione vincente. Al 41’ Ferraro calcia debolmente di testa, il tiro è facile preda del portiere di casa. Finisce il primo tempo con l’Isola meritatamente in vantaggio.

Durante l’intervallo resta negli spogliatoi Deffo che accusa un fastidio, al suo posto Viscomi con Ribecco che si arretra sulla linea dei difensori. Nella ripresa, come ovvio, il Catona si catapulta in attacco alla ricerca disperata del gol, al 3’ è straordinario Pullano sul tiro di Conti; al 6’ l’occasione più nitida: Il signor Sanzo di Agrigento concede un dubbio calcio di rigore ai padroni di casa per un presunto fallo di Tipaldi, sul punto di battuta l’esperto Conti che calcia incredibilmente sul palo, si resta sullo 0-1 tra lo sgomento dei tifosi di casa. I reggini ci mettono un po’ a metabolizzare l’errore, mister De Leo prova a spronare la squadra con una serie di cambi, in campo anche l’ex giallorosso Alassani. Al 13’ e al 25’ ci prova ancora Conti, prima con un colpo di testa che sfiora il palo e successivamente con una conclusione deviata da Pullano.

Alla mezz’ora il Catona resta in dieci, secondo giallo per Oliveri e doccia anticipata.Al 33’ è ancora eccezionale il giovane portierino giallorosso, grande conclusione dal limite di Monorchio, palla indirizzata sotto l’incrocio e grande volo del baby isolitano che riesce a deviare in angolo. Nel capovolgimento di fronte grande giocata di Marano, supera un paio di avversari e calcia in porta, portiere battuto ma sulla linea di porta arriva un difensore ad evitare il raddoppio. Poco dopo Covelli è lanciato a rete, Tripodi arriva da dietro e lo butta giù, calcio di rigore netto ma incredibilmente il direttore di gara ammonisce l’attaccante per simulazione (come può simulare un calciatore a tu per tu col portiere?), nella stessa azione Girasole fallisce da pochi passi, il suo tiro è deviato da un difensore a portiere battuto. Due minuti più tardi altro calcio di rigore negato ai giallorossi, stavolta è Penna a falciare in area Covelli, il direttore di gara lascia proseguire.

Finisce dopo cinque minuti di recupero, grande vittoria per la squadra della Misericordia di Isola Capo Rizzutodel presidente Leonardo Sacco, che mostra una grande condizione fisica grazie all’ottimo lavoro del prof Raffaele Barbuto.

 

l'Isola Capo Rizzuto scesa in campo

l’Isola Capo Rizzuto scesa in campo

Gallico Catona-Isola Capo Rizzuto 2015-2016

 

Lascia un commento

Scroll To Top