Poker sportivo: il calabrese Bonavena torna a Praga dopo la vittoria del 2008

Poker sportivo: il calabrese Bonavena torna a Praga dopo la vittoria del 2008

Poker Sportivo: il calabrese Bonavena torna a Praga dopo la vittoria del 2008

Se vi piace il poker sportivo avrete sicuramente sentito parlare di Salvatore Bonavena, simpatico cinquantenne che nella vita fa proprio il giocatore professionista di poker. Per chi invece non è proprio ferratissimo sull’argomento, vi basterà sapere che il calabrese è uno dei player più forti della storia italiana, attualmente al 4° posto della classifica dei più vincenti negli eventi dal vivo.

A conferirgli la fama di cui gode nell’ambiente è stata principalmente la vittoria ottenuta nel corso di una delle più importanti manifestazioni del settore, primo italiano nella storia a riuscire a portarsi a casa la Picca dell’European Poker Tour.

Bonavena 1

Per capire meglio chi è Salvatore Bonavena bisogna però partire dall’inizio, quando lavorava ancora come agente immobiliare. Nel 2005 arriva il primo incontro con il poker sportivo e da lì inizia un amore che tutt’oggi non ha intenzione di spegnersi. Dall’anno successivo non è raro trovare Bonavena seduto a uno dei tavoli più importanti dei casinò italiani: che sia Sanremo piuttosto che Saint Vincent, per il calabrese non fa differenza, perché in qualche modo riesce sempre a piazzarsi tra i migliori, con premi importanti come quello da €18.100, ottenuto al Campionato Italiano di Texas Hold’em svoltosi nella città dei fiori.

Dopo un’annata interlocutoria, nella quale vince “solo” €20.010 in un evento svoltosi ancora una volta in Liguria, Bonavena inizia il 2008 con alcuni piazzamenti incoraggianti ma dà il meglio proprio alla fine dell’anno: prima vince €90.000 in un torneo a Venzia, concludendo al 3° posto, e dopo 20 giorni si presenta a Praga per giocare l’European Poker Tour, l’evento più importante del poker sportivo europeo. Il risultato ve lo abbiamo anticipato in apertura e il 9 dicembre Salvatore Bonavena diventa per tutti “Mr. EPT”, primo italiano della storia a imporsi nel torneo principale della manifestazione continentale. Oltre al mostruoso premio da €744.000, il calabrese porta a casa anche l’ambita Picca di PokerStars, il premio che la poker room, e più recentemente anche casinò, mette in palio insieme al premio in denaro.

Neil Stoddart 2

La notorietà di Bonavena cresce in maniera esponenziale e anche la sua sicurezza al tavolo risulta notevolemente aumentata, permettendogli di affrontare gli avversari con maggiore tranquillità e incutendo loro una sorta di timore reverenziale. Tant’è che già a gennaio del 2010 “Mr. EPT” decide che anche l’Italia deve diventare un terreno di conquista e torna il laguna per giocare l’Italian Poker Tour, manifestazione italiana di maggior rilievo: in un tavolo finale che vedeva protagonisti altri grandi nomi del poker sportivo come Sergio Castelluccio, Bonavena conclude al primio posto, completando così in pompa magna un torneo nel quale aveva messo in fila altri 300 giocatori.

Per lui c’è anche la Picca IPT, che nella sua bacheca farà il paio con quella europea, e un altro assegno pesante, del valore di €155.000. Nel corso dello stesso anno Bonavena cercherà ancora fortuna all’estero, trovando il piazzamento buono a Montecarlo, dove grazie a un 11° posto metterà in cascina altri €80.000. Cosa chiedere ancora al 2010? Semplice, un piazzamento sul 3° gradino del podio all’IPT di Nova Gorica (€75.000) e un tentativo d’impresa all’EPT di Praga che si ferma al 17° posto (€15.000).

Bonavena 3

Negli anni a seguire sono stati moltissimi gli exploit di Bonavena in tutti i principali tavoli d’Europa, sui quali il calabrese ha portato tutta la sua tenacia ed esperienza, oltre a una classe ed educazione a volte rari da trovare nei giocatori più giovani. Ad oggi ha vinto più di tre milioni di dollari in carriera nei soli eventi dal vivo.

Adesso Bonavena si ripresenta nella città che l’ha reso grande, che l’ha proiettato per sempre nella storia del poker sportivo italiano, con l’obiettivo di contuare a stupire, magari diventando il primo italiano a vincere due volte l’EPT. Dal 5 al 16 dicembre un pezzo di Calabria sarà in Repubblica Ceca per cercare di vincere e siamo sicuri che in tanti faranno il tifo per lui.

Lascia un commento

Scroll To Top