Poker Isola Capo Rizzuto a Montalto. Tripletta per Richella. Ora testa alla Coppa Italia

Poker Isola Capo Rizzuto a Montalto. Tripletta per Richella. Ora testa alla Coppa Italia

MONTALTO-POL. ISOLA CAPO RIZZUTO 0-4

MONTALTO: Simonetti, Sansone, Greco, Miceli, Carbone, Mesiano, Tenuta (dal 38’ st Carbone), Proto, Tocci, Morelli (dal 45’ st Di Nardo), De Angelis (dal 1’ st Forciniti). In panchina: Greco, Pellegrino, Torchia, Petruzzi. All. Barbieri.

POL. ISOLA CAPO RIZZUTO: Lamberti, Girasole, Cosentino, Ribecco (dal 37’ st Siciliano), Deffo, Ferraro, Tipaldi, Gatto (dal 12’ st Montagnese), Covelli, Lepiane, Richella (dal 24’ st Russo). In panchina: Pullano, De Luca, Scuteri. All. Leone.

ARBITRO: Gigliotti di Cosenza (Barcio di Cosenza, Palermo di Paola).

MARCATORI: 25’ pt Covelli (rig.), 29’ pt, 39’ pt, 22’ st Richella.

 

Taverna di Montalto (Cs): Seconda vittoria esterna consecutiva per l’Isola Capo Rizzuto dopo l’exploit di Cittanova, un bottino che conferma, e allunga, lo straordinario cammino lontano dal Sant’Antonio. Peccato che gli stessi risultati faticano ad arrivare tra la mura amiche, una situazione certamente anomala che l’Isola intende presto riportare alla normalità, ovviamente continuando a confermarsi corsara in trasferta. Quindici punti raccolti fino ad ora, di cui dieci in trasferta grazie a tre vittorie ed un pareggio.

Certo la sfida in casa del Montalto forse dovremmo escluderla dalle statistiche considerando la pessima condizione attuale dei padroni di casa, però una vittoria è sempre una vittoria, a prescindere da tutto vale sempre tre punti. Tre punti che permettono ai giallorossi di scavalcare momentaneamente il Sersale e accorciare sulle prime due, Scalea e Catona, che hanno pareggiato nello scontro diretto.

Il Montalto si presenta alla sfida con quattro nuovi innesti, seppur in precarie condizioni fisiche, nei primi minuti i padroni di casa provano a mostrare i denti e creano il primo pericolo del match con un ottimo colpo di testa di Cristiano, ben respinto in angolo da Lamberti. L’Isola capisce che l’avversario non è da sottovalutare e si sveglia avvicinandosi con decisione alla porta difesa da Simonetti. Al 24’ Lepiane, ex di turno e migliore in campo insieme a Richella, entra in area tra una selva di gambe avversarie, viene messo giù e guadagna un calcio di rigore. Dagli undici metri Covelli non sbaglia e sigla il suo sesto gol stagionale. Il raddoppio arriva qualche minuto più tardi con uno straordinario gol in rovesciata di Richella su assist di Lepiane, gol capolavoro. Al 39’ Richella svetta più alto di tutti sul corner battuto da Gatto e infila il gol del 3-0.

Nella ripresa il Montalto prova qualche timido attacco, per lo più con conclusioni innocue e dalla distanza che non creano preoccupazioni a Lamberti. L’Isola sembra aver tirato i remi in barca, non vuole infierire sull’avversario e pensa solo a controllare il match. Al 22’, però,Richella colpisce ancora, e lo fa sull’ennesima azione offensiva di Lepiane, due assist e rigore procurato per l’ex di turno e tripletta per l’attaccante pugliese che raggiunge, a quota sei marcature in campionato, il compagno di reparto Covelli. Finisce cosi con una vittoria netta e schiacciante, nel prossimo turno big match con lo Scalea al Sant’Antonio. Sfida nella quale non sono ammessi errori, servono i tre punti.

Prima della super sfida di campionato però, la formazione di Leone sarà attesa da un altro importante esame, la gara di ritorno dei Quarti di Finale di Coppa Italia contro il Sersale. Si gioca Mercoledì alle 14.30 in terra catanzarese, l’Isola è chiamata all’ardua impresa di rimontare la sconfitta casalinga (1-2) della gara d’andata, un’ impresa difficile ma non impossibile, visto anche l’andamento in trasferta dei giallorossi fino a questo momento.

Lascia un commento

Scroll To Top