Perugia-Crotone, le pagelle dei rossoblù. Maiello è un maestro, Ferrari attento

Perugia-Crotone, le pagelle dei rossoblù. Maiello è un maestro, Ferrari attento

Buona prestazione dei rossoblù a Perugia. La squadra complessivamente ha convinto, pur senza brillare in modo eccezionale. Ecco le pagelle dettagliate:

CORDAZ 6,5: La parata di piede su Lanzafame nel primo tempo denota grande reattività. Buone anche diverse uscite, per il resto non deve effettuare troppi interventi.

BALASA 6: Soffre discretamente Fabinho sulla sua fascia di competenza ma limita i danni crescendo alla distanza.

CLAITON 7: Fin quando resta in campo non sbaglia niente, anzi, diventa un muro invalicabile confermando di essere ormai al top della condizione.

Dal 18′ st CREMONESI 6,5: Entra determinato e concentrato, continuando il lavoro del capitano.

FERRARI 6,5: Molto attento nelle chiusure, senza fronzoli tiene lontano il pericolo.

MARTELLA 6: Limita molto le avanzate, ma si dedica alla fase difensiva cavandosela tra qualche alto e basso.

MAIELLO 7: Un maestro in mezzo al campo. Porta a spasso gli avversari facendo valere la sua grande tecnica e sagacia tattica.

MATUTE 6: Fa il suo compito in mezzo al campo. Sbaglia un passaggio semplice nella ripresa che poteva costare caro.

Dal 35′ st DEZI 6,5: Gioca poco ma ha un impatto positivo nella gara. Dal suo ingresso il Crotone dà la sensazione di poterla vincere.

SUCIU 6,5: Spesso si inserisce tra le linee creando difficoltà alla squadra perugina che viene sorpresa. Manca nella finalizzazione ma la sua presenza diventa sempre più importante.

CIANO 6,5: Il più pericoloso del Crotone. Due tiri di destro, che non è il suo piede, fanno svolgere un super lavoro a Koprivec. Peccato per quella scivolata da due passi che va alta.

PADOVAN 5,5: Si muove molto ma non trova la posizione migliore per rendersi pericoloso. Da lui ci si aspetterebbe qualcosa di più.

Dal 24′ st RABUSIC 6: Impatto positivo sul match. Una sua sponda fa andare vicino alla rete Ciano.

DRAGO 6,5: Buona prestazione della squadra, soprattutto nella prima e nell’ultima mezzora di gara. Solo per una ventina di minuti in totale i rososblù soffrono il Perugia.

Lascia un commento

Scroll To Top