Per la scuola calcio Boca Jonio un inizio di stagione coi fiocchi. Intervista a Claudio Sotero

Per la scuola calcio Boca Jonio un inizio di stagione coi fiocchi. Intervista a Claudio Sotero

Sta davvero disputando una stagione eccezionale la scuola calcio Boca Jonio, ai primi posti in tutte le categorie nei campionato a cui partecipa. La società crotonese ha incrementato notevolmente gli iscritti, arrivando addirittura a 170 ragazzi. Per parlare di questo splendido andamento abbiamo intervistato il proprietario, nonchè allenatore, della scuola calcio Claudio Sotero.

Come sta andando questa stagione per il Boca Jonio?

“Benissimo, abbiamo incrementato le iscrizioni e migliorato il nostro modo di allenare, grazie anche all’ ausilio di tre nuove strutture, compreso la piscina, unica scuola calcio ad usare metodi nuovi di allenamento per grandi e piccini. Infatti due volte al mese allenamento in acqua di coordinazione articolare per i piccoli e potenziamento e coordinazione per giovanissimi e allievi.

Gli allenamenti sono più frequenti e fatti in maniera perfetta grazie all organizzazione e alla possibilità di avere tutti i campi vicini: ASD dinamica (due campi in sintetico) e il settore B regolamentare a 11, ed inoltre grazie alla collaborazione con il Futsal Kroton calcio a 5 di cui faccio parte come atleta, anche il Palamilone per i bambini più piccoli di 3/4/5 anni”.

Rispetto alle stagioni precedenti è cambiata l’organizzazione?

“Nell’ organico societario no, per quanto riguarda gli addetti tecnici si, infatti c’è stato l’ ingresso di Antonio Stasi, anche lui atleta della Futsal Kroton coadiuvato da Teodoro presso il Palamilone categoria avviamento allo sport 3/4/5 anni, il duo Sotero-Carne’ per i pulcini A, la conferma di Luigi Lerose per i pulcini B, esordienti Sotero-Lerose, giovanissimi Sotero- Lerose , e poi c’è l’ altra novità, infatti gli Allievi guidati da Carnè Pasquale, tutti ragazzi del vivaio Boca Jonio ma che partecipano al campionato Allievi come U.S. Sant’Anna, un’ altra bella collaborazione fortemente voluta da Sotero e da tutta la dirigenza del santannese, capitanata dal mister Maiolo che ha visto già esordire in coppa Italia due ragazzi. Poi c’ è la categoria secondo me più divertente che sono i piccoli amici allenati da Gerace Pietro, alla seconda stagione con me, categoria che non partecipa a campionati ma che gioca sempre amichevoli e tanti tornei senza mai far classifica, con l’ intento del sano e puro divertimento”.

Ci sono ragazzi che hanno prospettive di carriera interessanti?

“Ragazzi di prospettiva si, ma per molti è ancora presto, bene si stanno comportando i giovanissimo 99/00 primi nel campionato provinciale con 6 vittorie e una sconfitta e anche gli Allievi primi della categoria Allievi provinciali con sette vittorie su sette partite. Da qui sicuramente le note più liete, senza dimenticare che queste sono le età più richieste, vedi Prestinice in forza all’ Us Catanzaro classe ’99, ma spero e credo che molti di questi ragazzi si stanno mettendo in luce e prossimi spero ad un salto di qualità che meritano visto l’ impegno chiesto a loro”.

Qual è l’obiettivo principale che perseguite a livello di scuola calcio per i più piccoli?

“Obiettivi tanti. La nostra scuola calcio è una grande famiglia lo certifica il fatto di essere sempre in tanti ai vari tornei e manifestazioni che facciamo, seguiti sempre da genitori che poi diventano amici, o dalle varie feste che si organizzano, l’ ultima quella di Natale, dove si l’ importante e lo sport, ma soprattutto l’ aggregazione e il sociale.

Sul piano sportivo regna il sano insegnamento delle regole, dell’ educazione dentro e fuori il campo, infatti da gennaio partirà il progetto scuola/calcio e insegnanti dove il presidente e i dirigenti seguriranno passo passo l’ andamento scolastico dei propri atleti per un rendimento più alto.

Nel campo poi, la cosa più importante è divertirsi da anni il nostro motto è giocare per imparare imparare a giocare divertendosi, questo dice già tutto dalla mentalità presente all’ interno e all’esterno della mia scuola calcio”.

Come sta andando la tua esperienza nel calcio a 5?

“Personalmente quest’ anno faccio parte della famiglia Futsal Kroton calcio a 5 che milita nel campionato regionale di serie c2. Per uno che arriva dal calcio è tutto un altro modo di giocare ma piano piano ho imparato regole e spirito di gruppo e modo di gioco che ha fatto salire in me grande entusiasmo grazie anche ad una perfetta organizzione da parte della società, dal presidente Lorenti ai factotum Perri Francesco e Danilo Vitellaro, che nn solo ricoprono ruoli di presiedenti dirigenti e organizzatori di tutto, ma si divertono anche a giocare in maniera minuziosa e leale. Poi c’è il lavoro svolto dal gruppo ben capitanato dal mister Enzo Pullo e ad un gruppo di ragazzi che senza percepire un euro si divertono e si allenano con serietà.

Infatti i risultati si vedono: secondo posto in classifica dietro solo ad una squadra che vista in campo, il Catanzaro, è inarrivabile ma costruita e pagata per fare il salto di qualità. Quindi un plauso a tutta la famiglia Futsal, la quale ha aderito subito alla mia proposta di formulare un gruppo di bambini che hanno un doppio stemma sulla maglia, questo a zittire i più scettici e malelingue che non volevo far nascere questa unione forse timorosi del successo che ala fine sta avendo questa iniziativa”.

Lascia un commento

Scroll To Top