Pari a reti bianche tra Crotone e Spezia: per la matematica promozione bisogna aspettare

Pari a reti bianche tra Crotone e Spezia: per la matematica promozione bisogna aspettare

CROTONE-SPEZIA 0-0

CROTONE: Cordaz; Garcia Tena, Claiton, Ferrari; Di Roberto, Barberis, Salzano, Martella (dal 34′ pt Balasa); Ricci (dal 31′ st Stoian), Budimir, Palladino. In panchina: Maniero, Cremonesi, Paro, Modesto, Capezzi, De Giorgio, Torromino. Allenatore: Juric.

SPEZIA: Chichizola; De Col, Valentini, Terzi, Tamas; Pulzetti, Juande, Sciaudone; Piccolo (dal 31′ st Ciurria), Okereke (dal 6′ st Situm), Catellani (dal 42′ st Calaiò). In panchina: Sluga, Crocchianti, Misic, Acampora, Vignali, Martic. Allenatore: Di Carlo.

ARBITRO: Sacchi di Macerata.

AMMONITI: Catellani (S), Sciaudone (S), Juande (S).

 

Finisce in parità l’attesa sfida tra la capolista Crotone e lo Spezia terzo in classifica. Un pareggio che non consente ai rossblù di poter centrare in questa giornata la matematica promozione in serie A. Festa quindi solo rimandata, probabilmente di una settimana, anche se il sogno si potrebbe avverare anche nel turno infrasettimanale. Davanti a più di 9.000 spettatori la squadra di Juric ha disputato un ottimo secondo tempo, dopo aver fatto match pari coi liguri nella prima frazione.

Da segnalare un gol di testa annullato a Budimir al 17′ del primo tempo, per un presunto fallo del croato, ed un palo colpito dallo stesso centravanti ex Sant Pauli in pieno recupero. In mezzo qualche occasione per Palladino, ed una bella parata di Cordaz nel primo tempo su Catellani. Grande festa durante la gara ma anche alla fine, la curva ha ringraziato la squadra per quanto sta facendo, ed ogni angolo della città è sempre più colorato di rossoblù

 

Lascia un commento

Scroll To Top