Pari a reti bianche ad Avellino: il Crotone fa un altro passo verso la A ma perde il primato

Pari a reti bianche ad Avellino: il Crotone fa un altro passo verso la A ma perde il primato

AVELLINO-CROTONE 0-0

AVELLINO: Frattali; Pisano, Jidayi, Biraschi, Visconti; D’Angelo (dal 30′ st D’Attilio), Arini, Paghera; Gavazzi, Castaldo (dal 30′ st Mokulu), Insigne. In panchina: Offredi, Chiosa, Pucino, Nica, Sbaffo, Joao Silva, Tavano. Allenatore: Marcolin.

CROTONE: Cordaz; Garcia Tena, Claiton (dal 15′ st Cremonesi), Ferrari; Zampano, Paro (dal 15′ st Capezzi), Salzano, Modesto (dal 7′ st Balasa); Di Roberto, Palladino, Stoian. In panchina: Festa, Barberis, Sabbione, De Giorgio, Torromino, Delgado. Allenatore: Juric.

ARBITRO: Manganiello di Pinerolo.

AMMONITI: Salzano (C), Ferrari (C), Visconti (A), Insigne (A), Balasa (C).

 

Un pareggio prezioso che vale un altro mattoncino verso la promozione in serie A. Peccato solo che questo pareggio al Partenio sia costato il primato, visto che nei minuti di recupero il Cagliari ha ribaltato la gara a Modena riprendendosi il primo posto. Non una bella partita quella in terra campana, coi rossoblù che hanno dovuto fare a meno di Budimir, Ricci e Martella, tre pedine fondamentali per il gioco offensivo dei crotonesi. Poche le occasioni, risultato fondamentalmente giusto. Per il Crotone una grande occasione nella ripresa con Garcia Tena e Capezzi (subentrato nella ripresa) che non sono riusciti ad insaccare.

In attacco Juric ha dato spazio al tridente Di Roberto-Palladino-Stoian, ma nessuno dei tre è riuscito ad essere incisivo negli ultimi 15 metri. Ammonito Ferrari che, diffidato, salterà la gara interna con la Virtus Lanciano. Il punto avvicina come già scritto la serie A, lo Spezia che sembrava la squadra più pericolosa ed in rimonta ha perso in casa col Trapani. Ancora ko il Pescara.

Lascia un commento

Scroll To Top