Pareggio a reti bianche tra Acri e Isola Capo Rizzuto: gara noiosa e con poche occasioni

Pareggio a reti bianche tra Acri e Isola Capo Rizzuto: gara noiosa e con poche occasioni

ACRI-POL. ISOLA CAPO RIZZUTO 0-0

ACRI: Puterio, Mancino, Luzzi, Petrassi, Levato, Sposato, O.Viteritti (dal 22’ st Famigliulo)., Caruso (dal 15’ st Pipieri), Petrone, Caputo, Stilo (dal 37’ st Visani). In panchina: Algieri, Perri, Siciliano, F. Viteritti. All. Pascuzzo.

POL. ISOLA CR: Lamberti, Ribecco, Scuteri, Viscomi, Deffo, Ferraro, Artese, Cava (dal 19’ st Ranieri), Covelli (dal 36’ pt Ortolini), Marano (dal 39’ st Ganje), Le Piane. In panchina: Pullano, De Luca, Morabito, Zumpano. All. Mesiti.

ARBITRO: Massaria di Vibo Valentia.

NOTE: Ammoniti: Mancino, Sposato, Petrassi, Levato, Caruso, Visano; Ribecco, Artese, Le Piane.

 

 

ACRI (Cs): Come nella gara d’andata anche il ritorno tra Acri e Isola Capo Rizzuto non riserva particolari emozioni e finisce 0-0. Un punto a testa che serve poco ad entrambe, un pareggio brutto che rispecchia in pieno la partita, classica gara da 0-0 dove a prevalere sono stati soprattutto tatticismi e paura di perdere da ambo le parti. L’Isola deve fare ancora a meno dello squalificato Scuteri, e come a Roggiano dimostra difficoltà in fase di costruzione senza il suo uomo migliore, mentre l’Acri ritrova Caputo.

Ed è proprio l’uomo di maggiore qualità a disposizione di mister Pascuzzo a creare il primo pericolo della partita, perfetto calcio di punizione e grande riflesso di Lamberti che devia in angolo. Questa rimarrà anche l’unica conclusione degna di nota di tutto il primo tempo. Nella ripresa l’andamento non cambia, partita maschia giocata per lo più nella zona centrale del campo, tanti falli, poca qualità e nessuna conclusione, a parte qualche improbabile tentativo dalla distanza. Il tempo scorre velocemente, al 40’ buona azione creata dai giallorossi, Ranieri mette in mezzo un ottimo pallone per la testa di Le Piane, l’attaccante commette un fallo evitabile e l’azione svanisce. Al 43’ sempre Le Piane guadagna un ottimo calcio di punizione dal limite, si incarica lui stesso di battere ma la palla colpisce in pieno la barriera, sfuma così l’ultima occasione. Dopo 4 minuti di recupero il signor Massaria di Vibo decreta la fine del match, 0-0 e delusione sui volti dei 22 in campo.

Nel prossimo turno l’Isola riceverà la Cittanovese, la squadra più quotata di inizio campionato insieme proprio all’Isola, ma dopo un avvio stentato la formazione reggina ha ritrovato smalto e continuità e ora sogna addirittura il primato. All’andata in terra reggina l’Isola ha conquistato i tre punti, può essere l’ultimo treno per la corsa ai play off.

Lascia un commento

Scroll To Top