Papanice, il sogno continua. La squadra di Cesario batte le Stelle Azzurre e vola in finale

Papanice, il sogno continua. La squadra di Cesario batte le Stelle Azzurre e vola in finale

(nella foto la formazione delle Stelle Azzurre, eliminata dai playoff)

PAPANICE-STELLE AZZURRE 2-1

PAPANICE: Cristaldi, P. Devona, C. Carvelli, S. Devona, C. Carvelli, Dozzi (40’ st Facente), Adamo, Ioppoli, Richici (25’ st Nicoscia), De Pasquale, Santoro (10’ st Russo). In panchina: A. Devona, Facente, Nicoscia, Simina, Russo, Riillo. All. Cesario.

STELLE AZZURRE: Silletta, Loria G., Loria P., Oliverio, Guzzo, Audia, Lammirato, Spanò, Arcuri, Ferrise, Figliuzzi. In panchina: Mascaro, Mazzei, Tiano S., Cappa, Spadafora, Crispo, Scalise. Allenatore: Bitonti.

MARCATORI: 1’ st Lammirato (SA), 3’ pt Santoro (P), 7’ st De Pasquale (P).

 

PAPANICE (Kr): Continua il momento d’oro del Papanice, dopo una straordinaria rimonta che ha portato la squadra al secondo posto, ora per l’undici di mister Cesario si aprono le porte per la finalissima, dove avrà di fronte il Real Cerva. Una grande cavalcata firmata proprio dal tecnico crotonese che ha cambiato completamente volto alla squadra grazie anche agli arrivi di Adamo e Ioppoli, che hanno aumentato notevolmente il tasso tecnico della squadra.

Con le Stelle Azzurre la gara inizia subito in salita, gli ospiti passano in vantaggio dopo appena un minuto con Marco Lammirato. La risposta dei padroni di casa non si fa attendere, e già al 3’ arriva il pareggio con Santoro, che raccoglie un perfetto taglio in diagonale di De Pasquale e batte facilmente il portiere. Dopo un grande avvio che sembra promettere scintille il primo tempo finisce 1-1.

Al 7’ della ripresa arriva però il vantaggio dell’undici di mister Ottone Cesario, azione personale di De Pasquale che supera anche il portiere e deposita in rete. Le Stelle Azzurre provano a reagire ma Carvelli e compagni si difendono con ordine. I sangiovannesi salutano così la competizione al termine di un campionato dove l’undici di mister Bitonti non ha avuto la giusta continuità nonostante una buona struttura di squadra.

Lascia un commento

Scroll To Top