Paonessa goleador ed il Cutro batte il Brancaleone. Anno solare chiuso con il sorriso

Paonessa goleador ed il Cutro batte il Brancaleone. Anno solare chiuso con il sorriso

(nella foto l’esultanza di Paonessa)

CUTRO-BRANCALEONE 3-1

CUTRO: Sestito, Garofalo, Mercurio, Furriolo (dal 26’ st Tambaro), Paonessa, Maione, Liperoti, Balsamo, Alessandrì, Lorecchio, (dal 9’ st Aiello), Aracri. In panchina: Russo, Brugnano, Cosentino, Tarsia, Fazzolari. Allenatore: Vanzetto.

BRANCALEONE: Leonardi, M. Luciano, Genova, D. Luciano, Placanica, Nucera, G. Galletta, Favasulli, Borrello, Niang, Rubertà. In panchina: Scalici, D. Galletta, S. Galletta, Denaro, Raschellà, Dieni, Condemi. Allenatore: Brando.

ARBITRO: Andreano di Foggia.

MARCATORI: 44’ pt e 4’ st Paonessa (C), 21’ st Alessandrì (C), 39’ st Niang (B).

ESPULSO: al 32’ st Favasulli (B).

 

Può iniziare da qui la stagione del Cutro, ovvero dalla fine del 2015 e del girone d’andata. I biancoazzurri colgono un successo importante che tiene viva la speranza di salvezza, anche perché un risultato diverso avrebbe davvero ingigantito i problemi di classifica della squadra cutrese. Ma il Cutro è vivo, determinato, e darà filo da torcere a tutte le avversarie nel girone di ritorno specie se, come sembra possibile, tornerà a giocare sul proprio campo.

Contro il Brancaleone non è stato semplice, sia per la caratura degli avversari (ricordiamo che hanno vinto ad Isola Capo Rizzuto) che per la tensione legata alla posta in palio. Nel primo tempo sostanziale equilibrio con una buona occasione per parte. Ad un minuto dalla fine, però, la squadra di casa sblocca il vantaggio con una rete di Paonessa che finalizza una punizione di Mercurio. Da qui comincia un’altra gara, decisamente dominata da Balsamo e compagni.

Ad inizio ripresa ancora Paonessa va a segno, sfruttando di testa un assist di Lorecchio. Poco prima della metà della seconda frazione di gioca arriva il primo gol in maglia biancoazzurra per Alessandrì, alla sua seconda presenza: il centravanti raccoglie palla in area, disorienta un avversario e piazza la palla all’angolino. Sul 3-0 i reggini rimangono in dieci uomini ma trovano il tempo per accorciare le distanze con l’attaccante Niang. Per la squadra di Vanzetto bella iniezione di fiducia.

 

la gioia di Alessandrì dopo il gol del 3-1

la gioia di Alessandrì dopo il gol del 3-1

l'esultanza cutrese

l’esultanza cutrese

Lascia un commento

Scroll To Top