Pallavolo, l’Ekuba Palmi espugna il palazzetto della Metal Carpenteria

Pallavolo, l’Ekuba Palmi espugna il palazzetto della Metal Carpenteria

METAL CARPENTERIA CROTONE-EUROFISCON EKUBA PALMI 1-3
Parziali: 20-25, 25-20, 10-25, 24-26

METAL CARPENTERIA KR: Pioli, M. Reale, S. Reale, D. Cosentino, Stasi (L1), A. Cosentino, Bitonti, Previtera, Scida, Lorenzetti, A. Cosentino, Muscò, Cesario, Pacecca (L2). Allenatore: Asteriti

EUROFISCON EKUBA PALMI: Da Silva, Cambareri, Lo Previte, Campo, Careri, De Araujo, Diago, Carrozza (L). Allenatore: Gasakova

ARBITRI: Gloria ed Esposito di Catanzaro

NOTE: durata set 28’, 27’, 20’, 30’. Tot.: 105 min.

PALMI (Rc) – Non riesce l’operazione sorpasso alla Metal Carpenteria Crotone che si arrende per 3-1 contro la Eurofiscon Ekuba di Palmi. La squadra allenata dal tecnico Gasakova si presenta in campo con due atlete brasiliane, la schiacciatrice Da Silva e la palleggiatrice De Araujo e la cubana Diago, atleta dotata di un gran fisico che ha faticato non poco contro la maggiore freschezza atletica delle pitagoriche. Nel primo set la formazione ospite inizia subito bene, si porta immediatamente sul 3-0 e mister Asteriti è costretto a chiamare il primo time-out per dare la sveglia alle sue ragazze. La Metal Carpenteria inizia a marciare ma commette anche tanti errori, sia in battuta che in fase di costruzione. Arriva il primo cambio in regia con Lorenzetti che prende il mosto di Miriam Reale ma la musica cambia poco e Palmi va a chiudere sul 25-20. Al cambio di campo Asteriti chiede alle sue ragazze maggiore convinzione e concentrazione, l’allenatore crotonese viene immediatamente accontentato e la squadra torna ad esprimersi a buon livello. Sale in cattedra Nina Bitonti che mette già qualche pallone pesante, stessa cosa iniziano a fare anche Debora Cosentino e Previtera. La Metal Carpenteria riesce a mettere del margine con le avversarie e va a chiudere sullo stesso punteggio del primo set ma a parti invertite. Nuova situazione di parità e tutto da rifare. Nel terzo parziale le pitagoriche invece di caricarsi pagano qualcosa. Né Lorenzetti né Miriam Reale riescono a dare la svolta, Palmi dall’altra parte inizia a sbagliare pochissimo e in ricezione Crotone non riesce a prendere le misure. Il terzo set viene archiviato in meno di venti minuti con la Eurofiscon che addirittura lascia uno scarto di quindici punti. Il quarto è quello più bello e combattuto. Si gioca sempre punto a punto anche se è Palmi a comandare i giochi. La Metal Carpenteria però non molla e riesce a infilare un paio di contro break importanti. Le crotonesi riescono a pareggiare i conti proprio sul fil di sirena e riescono a portarsi ai vantaggi. Qui però arriva la nuova reazione di Palmi che mette a terra due palloni consecutivi chiudendo il match sul 3-1. «E’ stata comunque una bella partitaha commentato il capitano Romina Pioli al termine del matchla Eurofiscon è una squadra che può contare sull’apporto di diverse atlete straniere, noi invece continuiamo la nostra strada con tante giovanissime e tutte le altre ragazze crotonesi rimanendo comunque allo stesso livello».

>>> CLICCA QUI per vedere la classifica del campionato.

Lascia un commento

Scroll To Top