Pallavolo, la Wecar Crotone cede in casa al tie-break col San Lucido

Pallavolo, la Wecar Crotone cede in casa al tie-break col San Lucido

Wecar Crotone – San Lucido Volley 2-3 (18-25 22-25 25-23 25-23 14-16).

Wecar Crotone: Braichuk, Cesario, Cosentino, De Rose, Ferrero, Gambuzza, Pioli, Rende, Scida, Sitra, All. P.Asteriti.

San Lucido Volley: Ambrosi, Carnevale, Cirifalco, Cittadino, De Luca FloresIriarte, Garritano, Mancino, Mannarino, Mondello, Sumu, All. D. Monopoli.

Arbitri: Ruggiero e Lerose di Cutro.

Partita interminabile quella tra la Wecar Crotone e il San Lucido Volley andata in scena al Palakrò con inizio alle ore 18,30 e terminata dopo più di 2 ore e mezza di gioco, dove si è assistito ad un sali e scendi tra le due squadre con una Wecar che parte malissimo e dove non servono time out e cambi per cambiare la rotta, subito dopo addirittura raddoppiavano il vantaggio e nel palakrò scendeva la notte, sul 2-0 il Crotone ha una scossa di orgoglio e rimette in equilibrio il match prima 2-1 e poi 2-2 i due tecnici se la giocano a suon di time out e cambi, 14-11 per il San Lucido che sembra vincere ed invece ancora una volta il Crotone pareggia 14-14 ma poi le ultime due giocate in casa rossoblù sono fallose e lasciano la vittoria 3-2 con 2 punti agli ospiti ed 1 punto al Crotone.

Pronti partenza via il Crotone sempre orfana di Ranieri e Reale schiera nuovamente il libero Cesario in posto 4 ed al suo posto la giovanissima Deroseancora forse troppo acerba per questi livelli, il rest della formazione è sempre la solita, con Scida e Gambuzza centrali Pioli in regia e Cosentino opposto, la gara parte male per l Crotone che subisce una quantità di palloni lenti in attacco che spaccano la difesa del Crotone che non riesce a rintuzzare i punti di scarto concludendo con un netto 25-18.

Al cambio campo la Wecar esclude il libero dal gioco e rischia a giocare con i centrali in 2 linea, la situazione migliora ma non abbastanza, Mannarino e Ambrosi in attacco spaccano il muro inguardabile e la difesa immobile del Crotone e i punti arridono alla squadra di mister Monopoli che beneficia di qualche “interpretazione” della coppia arbitrale, il set fila via anche se il Crotone prova fino all’ultimo di strappare il set finito 25-22.

Mister Asteriti dopo aver provato Ferrero opposto la schiera a sorpresa a libero e ripresenta Cosentino opposto, il Crotone sembra aver trovato la quadra, il San Lucido rifiata e si ritrova sotto nei punti, la coppia arbitrale questa volta penalizza la squadra ospite rea di qualche doppia e invasione a rete, falli che alla fine del set peseranno sull’epilogo finale 25-23 per il Crotone, che riparte con la stessa formazione vincente, nel San Lucido quando le cose si mettono male si affida la giocata a Cirifalco che seppur non statuaria nel fisico trova sempre le tecniche giuste per infilzare muro e difesa del Crotone che spesso appare statica, anche questo set finisce 25-23 per la Wecar Crotone che dopo più di 2 ore di gioco si gode il momento in cui tutto riesce.

Il 5 set inizia con molto nervosismo da ambio le parti, un cartellino giallo per tutte e due le squadre per proteste degli allenatori, si cambia campo 8-7 per il Crotone che non sfrutta gli errori del San Lucido che riesce a fare punti anche con palloni rimandati, si arriva alla fine del set 14-11 in battuta Braichuk batte in salto fa mezzo ace 14-12 ribatte e una giocatrice del San Lucido a detta dell’arbitro invade la rete, 14-13 protesta plateale e cartellino rosso 14-14 subito dopo l’azione successiva a toccare la rete è Scida che regala il 15° punto e dopo ancora nel caos completo Cesario alza un pallone in una zona dove non c’è nessuno e lentamente cade nel campo del Crotone che vede festeggiare il San Lucido che porta a casa 2 punti che la rilanciano per un posto al sole mentre il Crotone con 1 solo punto viene rimandato al prossimo esame.

Mister Asteriti: “Abbiamo avuto un approccio pessimo alla gara, ci siamo complicati la vita grazie anche al San Lucido che ci ha messo in difficoltà, poi solo con la volontà abbiamo ripreso la gara dai capelli e per poco non siamo riusciti a portare a casa una vittoria che sarebbe stata pesantissima, ora facciamo la nostra bella autocritica e ricarichiamo le batteria perchè tra 3 giorni giocheremo un altro scontro diretto contro una concorrente come il Castrovillari rinforzato e sempre ostico“.

Comunicato Stampa Wecar Pallavolo Crotone

 

Lascia un commento

Scroll To Top