Pallavolo Crotone, sconfitta in casa della corazzata Melendugno

Pallavolo Crotone, sconfitta in casa della corazzata Melendugno

La 2° giornata di campionato va in archivio con una sconfitta sul campo della corazzata Melendugno guidata da Mister Vestri, costruita per tentare il salto di categoria, che oltre ad un sestetto con i relativi cambi di estremo valore può contare su due elementi di categoria superiore come Kostadinova 15 punti e Antignano 17 punti con uno spaventoso 86% di realizzazione di punti, sicuramente due top player.

Dall’altra parte mister Asteriti, consapevole sia del divario tecnico tra due formazioni che dei diversi obiettivi stagionali, schiera in posto 4 Cosentino e Mastrocinque chiamate a dare consistenza alla ricezione con Tardini.

Nella prima parte del 1° set il gioco sembra più fluido con il Crotone che seppur indietro nel punteggio, prova a non far scappare la formazione locale, fino al 9-15, momento del primo time out, ma la ricezione perde efficacia per cui Pioli non può servire i centrali in modo adeguato diventando difficile per Mega e le bande trovare soluzioni. Cesario subentra a Mastrocinque e riesce a stabilizzare la ricezione ma ormai è troppo tardi per rientrare nel set chiuso con un 25-18.

Al rientro in campo la Poseidon Crotone si blocca ancora una volta in ricezione e le 3 attaccanti Mega, Gambuzza e Cesario non riescono a chiudere le palle, inoltre Basciano in battuta per ben 14 turni consecutivi mette ancor più in crisi la ricezione ospite. Mister Asteriti prova a rompere questa sequenza inserendo Mastrocinque in ricezione su Cosentino ma perde Tardini che viene rilevata da De Rose, alla realizzazione del punto da parte del Crotone, il divario nel punteggio è troppo ampio per provare a rientrare in gioco. La panchina ospite chiede al gruppo una reazione di orgoglio, mettendo in risalto la differenza tra i due sestetti ma allo stesso tempo ma invita a provare alcune giocate in attacco ed alzando il muro al fine di limitare il gioco avversario.

Il 3° set per il Crotone inizia bene pur con la squadra locale sempre avanti, con la serenità di poter giocare senza stress, vengono realizzati i primi punti di Gambuzza ma soprattutto di Cesario 8 punti, che si dimostra la migliore del Crotone in questo incontro con una buona prestazione anche in fase di ricezione, 66% di azione positive in tale fase.

Il set prosegue fino alla vittoria della formazione di casa, che dimostra la forza ed il divario tecnico ma con una formazione ospite che non volendo fare la vittima sacrificale e prova a contrastare, con buon spirito agonistico e caratteriale, le azioni avversarie

Mister Asteriti: “Non era questo il campo dove prendere punti, nonostante tutto sembri una disfatta nel punteggio, penso invece che la squadra messa alle corde dal punto di vista tecnico e fisico ha reagito sempre con grande orgoglio, ho già detto alle ragazze di archiviare questa partita perché per noi il campionato inizia domenica prossima con una partita sicuramente alla nostra portata“.

Lascia un commento

Scroll To Top