Pallanuoto under 15, la Rari Nantes Auditore cede soltanto nel finale al Tubisider Cosenza

Pallanuoto under 15, la Rari Nantes Auditore cede soltanto nel finale al Tubisider Cosenza

TUBISIDER COSENZA – R.N. AUDITORE CROTONE = 6 – 5

TUBISIDER COSENZA: Mandarino, Assunto, Zuccarelli, Stellatom La Pera, Altomare, Greco, Donato, Sacco, Perri, Palermo, Mandarino D., Naccarato, De Luca. Allenatore: Sig. Bartucci Stefano.

R.N. AUDITORE CROTONE: Palermo, Pacenza A., Bellassai, De Lucia, Ioppoli A., Manica, Ioppoli L., Chiodo, Pacenza M.,Scaramuzzino, Ruggiero, Fusto, Pacenza M.,Cavallaro, Corigliano, Clausi. Allenatore: Sig. Francesco Arcuri.

Direttore di Gara: Sig. Palmieri di CS.

 

Partita in estremo equilibrio con il Tubisider che è riuscito solo nell’ultimo minuto di gioco a segnare la rete della vittoria sull’ennesima superiorità numerica. Sono state proprio le superiorità numeriche insieme alla troppa ingenuità difensiva crotonese, a determinare il risultato con il Tubisider capace di concretizzare quattro “uomo in più” su otto.

Spettacolo, goal e bel gioco hanno caratterizzato un incontro tra le due formazioni più forti del torneo. La Rari alla vigilia si presentava nettamente sfavorita in quanto la formazione crotonese si presentava ricca di atleti di categoria inferiore pagando inevitabilmente la differenza sia fisica che tecnica. Ma la grande voglia di confrontarsi e, soprattutto, l’eccellente assetto tattico proposto dal Mister Arcuri stavano riuscendo a compiere il colpaccio. Peccato per le ingenuità difensive che hanno certamente determinato il risultato perché l’Auditore di oggi è stata molto convincente.

Primo tempo in assoluto equilibrio con le due formazioni che si sono studiate ed annullate reciprocamente. Due superiorità numeriche per i pitagorici non concretizzate.
Seconda frazione di gioco più interessante con una girandola di reti, tre per i bruzi e due per i crotonesi, con due superiorità del Tubisider ed due per la Rari. Le reti di Ioppoli e Fusto.

Terzo tempo combattutissimo ed equilibrato con l’Auditore sciupona e troppo ingenua in fase difensiva ed il Cosenza incapace di prendere il sopravvento. Due e due il parziale di tempo con goal di Chiodo e De Lucia.
Quarta ed ultima frazione di gioco in parità fino a due minuti dal termine quando è uscito per tre falli Chiodo, vero punto di riferimento in fase offensiva, e sull’ennesimo regalo dell’Auditore, il Tubisider ha segnato la rete della vittoria. Perfetto l’arbitraggio del cosentino Palmieri.

Lascia un commento

Scroll To Top